calcio iberico

La Supercoppa spagnola «segue» quella italiana: finali in Arabia Saudita oppure in Qatar

di Veronica Riefolo

default onloading pic


2' di lettura

Rivoluzione Supercoppa in Spagna. Dopo l’annuncio dell’Assemblea generale della Real federaciòn espanola de fùtbol (la Federcalcio iberica), che ha approvato modifiche sostanziali sia di Copa del Rey (l’equivalente della nostra Coppa Italia) sia di Supercoppa (come la nostra Supercoppa che vede sfidare i vincitori di Coppa Italia e Campionato), arriva l’indiscrezione secondo la quale quest’ultima (che dall’anno prossimo adotterà il sistema della “Final four”, quindi 4 squadre e non soltanto 2) verrà disputata in Qatar o in Arabia Saudita seguendo un po’ l’esperienza italiana. Ma andiamo con ordine.

La decisione dell’Assemblea generale del Rfef
Lo scorso 29 aprile l’Assemblea si è riunita per mettere nero su bianco quello che si vociferava da mesi: allargare la Copa del Rey da 84 a 116 squadre includendo anche le 32 in arrivo dalla Tercera, il quarto livello del calcio spagnolo. Non solo. Le sfide non saranno più a due gare ma tutte a partita secca a eccezione delle semifinali. La finale, infine, è prevista per il 18 aprile 2020.

Rivoluzionato totalmente, invece, il sistema della Supercoppa che, dall’anno prossimo, si disputerà con il sistema della “Final four”: a contendersi il trofeo saranno le prime 2 classificate del campionato precedente e le 2 finaliste della Coppa del Rey (quest’anno verrà assegnata tra Barcellona e Valencia). La finale della “nuova” Supercoppa si disputerà il 12 gennaio. A ciascun club partecipante andranno 800mila euro, a chi perderà la finale 1,4 milioni, a chi si aggiudicherà il trofeo 2 milioni. A contendersi la sfida tra le “magnifiche quattro” saranno il Qatar e l’Arabia Saudita.

La Juventus vince la Supercoppa, decide Cristiano Ronaldo

Le 4 squadre della nuova edizione
Nella prima edizione dovrebbero dunque esserci Barcellona, Atletico Madrid, Real Madrid e Valencia se non fosse che quest’ultima ha annunciato di non voler partecipare. «Il Valencia - si legge nel comunicato della squadra spagnola - ha inviato un fax alla Federcalcio spagnola (Rfef) nel quale la avverte rispetto alla possibile irregolarità dell’alterazione della competizione in questa stagione, riservandosi il diritto a difendere i propri diritti con azioni legali». In altre parole le “Final four” introdotte da Luis Rubiales non dovranno riguardare, secondo il Valencia, la Supercoppa legata a questa stagione ma soltanto quella del 2019-2020. In questo momento la squadra di Marcelino si trova in lotta per un posto in Champions e in finale di Copa del Rey, senza dimenticare la semifinale di Europa League.
Tra l'altro il nuovo format della Supercoppa di Spagna è stato duramente contestato dal presidente della Liga, Javier Tebas, che si è detto disposto a impugnare le nuove disposizioni regolamentari.
Vedremo come andrà a finire.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...