Formula vincente

La Svizzera investe su sei istituti tecnici di formazione

di Lino Terlizzi

3' di lettura

«Dall’artigianato alla tecnologia di punta, tutte le competenze sono necessarie per la fabbricazione di un orologio». La frase, in francese, campeggia in una delle pagine del sito della Convention patronale de l’industrie horlogère suisse, l’organizzazione delle imprese elvetiche del settore che si occupa di rappresentarle nei rapporti con sindacati, nei capitoli salute e sicurezza sul lavoro, sul terreno della formazione professionale. Un terreno, questo, che da sempre è decisivo nel settore ma che nel corso del tempo ha assunto di volta in volta forme nuove, con le competenze di carattere artigianale che rimangono, ma che naturalmente sono affiancate ormai da una presenza delle tecnologie sempre più articolata.

La Convention patronale non intende togliere il piede dall’acceleratore per quel che riguarda la formazione: la frase citata è infatti rivolta ai giovani da attirare e fa parte della campagna dell’organizzazione a favore delle scuole di formazione. Per la verità nel mondo dell’industria orologiera svizzera si avverte una soddisfazione di fondo sul funzionamento dei meccanismi della formazione. Ma è meglio non dormire sugli allori, si dice alla Convention patronale, che ha sede a La Chaux-de-Fonds. La fiamma dell’interesse verso i mestieri dell’orologeria va tenuta accesa, tanto più in una Svizzera che in questo settore trova da sempre una delle sue bandiere. Bisogna andare avanti, aggiornarsi – ogni cinque anni la Convention dà il suo contributo per la revisione degli assetti della formazione – e continuare a garantire i flussi di forza lavoro qualificata. In Svizzera ci sono tre canali di formazione nel settore, in un quadro in cui sia il pubblico che il privato sono attivi e in cui spesso l’apprendimento teorico si alterna con la pratica presso un’impresa. Il canale principale resta quello delle scuole professionali di orologeria, poi ci sono i centri di formazione interni alle imprese e i corsi di formazione per adulti organizzati da associazioni del settore. Le scuole di orologeria sono sei e si trovano tutte nell’arco giurassiano, l’area geografica elvetica che ha la catena montuosa del Giura come legame e che è compresa tra Ginevra a sud e Basilea a nord. È l’area in cui storicamente più si è sviluppata l’industria degli orologi rossocrociati, in cantoni soprattutto di lingua francese ma anche in alcuni di lingua tedesca. Le scuole si trovano nella bilingue Biel/Bienne (che è anche sede dell’altra organizzazione delle imprese del settore, la Fédération de l’industrie horlogère suisse), a Ginevra, a Le Locle, a Le Sentier, a Porrentruy, a Grenchen.

Loading...

Tra le iniziative promosse da associazioni, c’è da segnalare il Centro di formazione orologiero di Giubiasco, nei pressi di Bellinzona, in Canton Ticino. Il Centro è nato nel 2017 ed è stato promosso dall’Associazione ticinese delle industrie orologiere, con un contributo anche da parte del cantone. Il Centro è a suo modo una conferma del fatto che il ramo italofono della Svizzera partecipa per la sua parte al tessuto dell’industria dei segnatempo, soprattutto attraverso la produzione di componenti, e che quindi anche in Ticino c’è bisogno di avere una sede di formazione professionale a portata di mano. Gli ultimi dati disponibili sul numero di addetti dell’industria orologiera svizzera sono quelli forniti nel gennaio scorso dalla stessa Convention patronale, relativi a fine settembre 2020. Il numero totale era di 57.750, in ribasso del 2,6% rispetto a dodici mesi prima. Considerando l’impatto della prima ondata di coronavirus, un ribasso contenuto.

In attesa dei dati aggiornati sugli impieghi di quest’anno, resta il fatto che il settore rimarrà da molti punti di vista rilevante per la Svizzera. E che sulla formazione professionale nel mondo dei segnatempo elvetici sia la mano pubblica che quella privata continueranno per forza di cose a puntare con decisione.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti