ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùbanche e coronavirus

La tedesca Commerzbank e l’olandese Abn Amro crollano in Borsa dopo le maxi perdite

Le due banche a partecipazione statale annunciano un “rosso” trimestrale di 295 e 395 milioni che supera le stime di consenso degli analisti. Il ceo olandese: urgente rivedere il profilo di rischio della divisione Cib

di Alessandro Graziani

default onloading pic
(REUTERS)

Le due banche a partecipazione statale annunciano un “rosso” trimestrale di 295 e 395 milioni che supera le stime di consenso degli analisti. Il ceo olandese: urgente rivedere il profilo di rischio della divisione Cib


2' di lettura


Nuova caduta in Borsa per le azioni di Abn Amro (-9%) e Commerzbank
(-6,5%) dopo l'annuncio delle perdite trimestrali della banca olandese e di quella tedesca, in entrambi i casi superiori alle attese di consenso degli analisti.

Abn Amro ha chiuso il trimestre, il primo in “rosso” dal 2013, con una perdita di 395 milioni di euro dopo accantonamenti per oltre 1,1 miliardi a copertura di crediti deteriorati a seguito della crisi da Covid-19, di perdite degli investimenti nel settore oil e del “buco” da 200 milioni nel trading già' annunciato a fine marzo.

A sorprendere gli analisti è stato l'imprevisto balzo del costo del rischio nel primo trimestre (163 punti, ovvero 50 in più dei 113 attesi dalle stime di consenso) e anche la “gui dance” fornita per l'intero 2020 che prevede un costo del rischio di 90 punti (le prvisioni erano di 68).


Per il neo chief executive officer Robert Swaak, da poche settimane al vertice di Abn dopo una lunga esperienza nel settore finanziario in Pwc, la sfida è la riorganizzazione della divisione corporale & investment banking che «ha un profilo di rischio non del tutto allineato con quello della banca» che, va ricordato, è ancora a controllo pubblico dopo la nazionalizzazione d'urgenza avvenuta circa dieci anni fa.

Nuove difficoltà in Germania anche per Commerzbank, anch'essa tuttora partecipata dallo Stato tedesco, che mercoledì 13 maggio ha annunciato una inattesa perdita trimestrale di 295 milioni (le attese erano in media per un rosso di 238 milioni). La banca tedesca ha detto che per il momento è difficile fornire un outlook per l'anno anche se, assumendo un graduale recupero dopo due mesi di lockdown in Germania ed escludendo un secondo stop delle attivita', Commerzbank si aspetta di mantenere i ricavi del business retail “per lo più stabili” quest'anno.

La banca tedesca aveva già sospeso la distribuzione dei dividendi 2019, ha fatto marcia indietro sulla vendita della sua controllata polacca mBank, ha subito il declassamento del suo merito di credito.
Commerzbank adesso punta a tagliare ulteriormente i costi nell'ambito della complessa ristrutturazione avviata dopo il tentativo fallito di fusione con Deutsche Bank.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti