la direttiva europea

La trasparenza dei fondi pensione dopo la IORP2

Sta per scadere la consultazione pubblica avviata dalla Commissione di vigilanza sul nuovo quadro normativo

di Lorenzo Cicero (Mefop)

default onloading pic

Sta per scadere la consultazione pubblica avviata dalla Commissione di vigilanza sul nuovo quadro normativo


3' di lettura

Dal febbraio dello scorso anno il sistema della previdenza complementare italiano è stato interessato da importanti modifiche legislative per effetto del recepimento della direttiva comunitaria IORP2. I profili più qualificanti della riforma attengono, oltre al sistema di governance, alla materia della trasparenza. Proprio in tema di informative da trasmettere ad aderenti, potenziali ed effettivi, considerato il novellato quadro normativo, Covip ha avviato lo scorso 10 febbraio una consultazione che termina il 15 maggio 2020. A questo link è possibile visualizzare la documentazione oggetto di consultazione.

Il documento recante lo Schema delle Istruzioni di vigilanza in materia di trasparenza è suddiviso in sei sezioni:
(Sezione I – Disposizioni di carattere generale; Sezione II – Gli annunci pubblicitari; Sezione III – La Nota informativa per i potenziali aderenti; Sezione IV – Disposizioni in materia di comunicazioni agli aderenti e ai beneficiari; Sezione V – Disposizioni sulle proiezioni pensionistiche; Sezione VI – Siti web, tecnologie informatiche e rapporti con gli aderenti).

Le novità di maggior rilievo riguardano il riferimento sul se e come si è tenuto conto nella politica di investimento dei fattori ambientali, climatici, sociali e di governo societario (ESG) nonché le informazioni da trasmettere agli aderenti in fase di prepensionamento (almeno 3 anni prima della possibile data di accesso alla pensione) circa le opzioni di erogazione delle prestazioni pensionistiche.

Altre novità, non direttamente collegate alla riforma legislativa, consistono nei forti incentivi alla telematizzazione, in particolare con riguardo alla promozione dell'adesione on line, alla regolamentazione dell'area pubblica e riservata del sito istituzionale del fondo e all'uso della PEC.

Con riferimento alla Nota informativa (Sezione III) si assiste ad una semplificazione della documentazione che, dalle attuali 4 sezioni, risulterà ridotta in due parti. La Parte I denominata “Le informazioni chiave per l'aderente” sarà l'unica documentazione da consegnare obbligatoriamente in fase di adesione (esplicita o tacita) ed è comprensiva, tra le altre, della scheda I costi e della scheda I destinatari e i contributi (quest'ultima per i soli fondi negoziali e preesistenti).

All'interno di questa prima parte confluiscono anche le informazioni che dapprima erano contenute nel distinto documento La mia pensione complementare versione standardizzata, riportate oggi in un prospetto dal titolo «Quanto potresti ricevere quando andrai in pensione».
La Parte II denominata “Le informazioni integrative” è sua volta suddivisa in due schede riguardanti Le opzioni di investimento e Le informazioni sui soggetti coinvolti.

Per quanto concerne le comunicazioni agli aderenti e ai beneficiari delle prestazioni, Covip ha emanato nuovi esempi di Prospetti delle prestazioni, sia in fase di accumulo che in fase di erogazione, che risultano rivisitati, anche dal punto di vista grafico, con linguaggio più intelligibile in ossequio ai principi di chiarezza evocati dalla normativa.

Notevoli infine gli adempimenti che i fondi dovrebbero porre in essere, se le relative disposizioni saranno mantenute in sede di emanazione definitiva, sul versante degli strumenti di interattività telematica da predisporre nei rapporti con gli iscritti (sezione VI). Si tratta di prescrizioni che impongono modalità che, seppur idealmente auspicabili, esulano dal dettato normativo della riforma e potrebbero, specie per alcuni fondi di limitate dimensioni e con presidi già idonei, comportare oneri eccessivi o richiedere per lo meno tempi di adeguamento congrui.
L'ambito di applicazione di questa sezione della nuova disciplina è esteso infatti a tutti i fondi pensione, eccetto quelli rivolti esclusivamente a pensionati e differiti.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...