model year 2020

La tripla scelta ibrida di Ford Kuga: più tecnologia e meno consumi

Ford propone il primo modello con una multipla offerta di powertrain anche plug-in che si aggiunge ai già noti diesel e benzina. A bordo tanta connettività digitale

di Giulia Paganoni

3' di lettura

Tre, numero perfetto. Kuga rappresentata il primo modello della gamma Ford a disporre di tre declinazioni elettrificate. E tre è anche il numero della generazione attuale che permette una triplice scelta (ibrida in tre declinazioni), benzina e diesel. La novità più importante è rappresenta proprio dalla vasta offerta di propulsori elettrificati presenti: mild hybrid, plug-in hybrid e hybrid. Si tratta di un passo importante per Ford che, da tempo, ha annunciato l’arrivo di diciotto modelli elettrificati entro il 2021 in virtù di un investimento globale pari a circa 11 miliardi di dollari.

Un terreno, quello dei suv di taglia medio grande, contraddistinto da un’agguerrita concorrenza dove troviamo Hyundai Tucson, Kia Sportage e Peugeot 3008/5008, Vw Tiguan, Skoda Kodiaq e Seat Tarraco. Ed è stata scelta la terza serie di Kuga proprio per portare al debutto i powertrain elettrificati anche in virtù dei consistenti numeri di mercato ottenuti dal modello: è il suv più venduto dell’Ovale Blu in Europa e il terzo veicolo più di successo del marchio, dopo Fiesta e Focus con 161.400 unità vendute nel 2019, il 5% in già rispetto all’anno precedente.

Loading...

La nuova Kuga dispone di tecnologie all’avanguardia: è costruita sulla moderna piattaforma C2 di Ford e permette di avere una riduzione dei pesi nell’ordine degli 80 kg rispetto alla generazione precedente. Le dimensioni sono generose (ai limiti del segmento di appartenenza): lunga 4.610 mm, larga 1.880 mm e con una capacità del bagagliaio di 645 litri che raggiunge i 1.530 abbassando il divanetto posteriore. Sono dodici i colori della carrozzeria disponibili.

Lo stile è quello dei nuovi modelli dell’Ovale Blu, la silhouette più snella incorpora un passo più lungo che crea un ingombro maggiore sulla strada, a vantaggio della guida e della stabilità. Il cofano risulta più lungo, con un angolo del parabrezza posteriore ulteriormente inclinato e una linea del tetto più bassa. Anche i cerchi danno un tocco slanciato al design, disponibili fino a 20 pollici.

Tre sono gli allestimenti disponibili: Vignale, St-Line e Titanium.

Ma la vera novità sta sotto al cofano, dove sono alloggiati, a seconda, tre powertrain elettrificati: plug-In hybrid, EcoBlue Hybrid (mild) e Full Hybrid, oltre al diesel Ford Ecoblue da 2.0 litri e da 1.5 litri, al motori EcoBoost da 1.5 litri e una nuova trasmissione automatica a otto rapporti.

Il plug-in hybrid (l’elettrificato ricaricabile alla spina) abbina un powertrain benzina a quattro cilindri da 2.5 litri e un motore elettrico e una batteria agli ioni-litio da 14,4 kWh per produrre 225 cv in grado di garantire 56 km (ciclo Wltp) di autonomia in modalità 100% elettrica. L’EcoBlue Hybrid, invece, utilizza il motore diesel EcoBlue 2.0 litri da 150 cv e impiega uno starter/generator, azionato da una cinghia consentendo il recupero e lo stoccaggio di energia durante le decelerazioni del veicolo e la ricarica di un pacco batteria di ioni-litio da 48 volt.

Infine, il full hybrid (che sarà disponibile nel corso dell’anno) è composto da un benzina 2.5 litri e un elettrico con batteria agli ioni-litio. A questi si aggiungono il classico powertrain diesel EcoBlue 2 litri da 190 cv e 1.5 litri da 120 cv e l’unità benzina EcoBoost 1.5 litri da 150 cv.

I tecnici dell’Ovale Blu hanno pensato anche ad adattare l’auto il più possibile al terreno che si va a percorrere. Debutta quindi il sistema Drive Mode che consente ai conducenti di impostare i parametri di acceleratore, sterzo e controllo della trazione, oltre ai tempi del cambio per i modelli automatici, per modulare le prestazioni ai diversi scenari di guida.

La nuova generazione di Kuga migliora ulteriormente l’esperienza di guida grazie alla disponibilità di una gamma avanzata di tecnologie di assistenza, che hanno permesso di ottenere le 5 stelle Euro Ncap, il massimo del punteggio. Tra queste ricordiamo il nuovo sistema Lane-Keeping con Blind Spot Assist per monitorare l’angolo cieco e gestire l’arrivo dei veicoli mentre si viaggia su carreggiate a più corsie. I prezzi non sono ancora noti, ma dovrebbero essere allineati al listino del vecchio modello.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti