alimentare

La Ue riconosce la Dop alla Colatura di alici di Cetara

Si tratta della 308esima specialità alimentare italiana a ottenere il riconoscimento. Il giro d’affari delle Indicazioni geografiche in Italia vale 16 miliardi di euro

di Redazione Economia

default onloading pic
(L'Immaginario / AGF)

1' di lettura

Dopo un lungo iter burocratico, la Commissione Europea ha approvato la domanda di iscrizione della Colatura di alici di Cetara, della provincia di Salerno, nel registro delle Dop. Si tratta della specialità alimentare nazionale numero 308 a essere tutelata dall'Ue come prodotto a indicazione geografica. «Una data storica - ha commentato la presidente dell'Associazione per la valorizzazione della Colatura di Alici di Cetara, Lucia Di Mauro - e per questo ringrazio la Regione Campania e il Comune di Cetara per il sostegno. Ora possiamo procedere verso la fase più interessante di tutte: quella della produzione. Occorrono nove mesi minimo di maturazione delle alici nei terzigni e botti di legno, il che significa l'arrivo sugli scaffali della Colatura di Alici di Cetara Dop nel 2021».

Il valore economico delle produzioni a indicazione geografica in Italia nel 2019 ha superato i 16 miliardi di euro, con una crescita del 6% sull'anno precedente. L'Italia mantiene un primato mondiale con 824 prodotti tra Dop, Igp e Stg. Oltre un prodotto su quattro registrati come Dop, Igp e Stg nel mondo è italiano. L’export delle Indicazioni geografiche made in Italy ha raggiunto un valore di 9 miliardi di euro nel 2018, pari al 21% delle esportazioni agroalimentari italiane.Il contributo maggiore all'export è fornito dal comparto dei vini Doc e Docg, con un valore di 5,4 miliardi, seguito dal valore delle Dop e Igp che si attesta sui 3,6 miliardi.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti