Studenti e ricercatori

La voglia di università non va in vacanza: boom delle «summer school»

di Eu.B.

2' di lettura

La voglia di università non va in vacanza. Lo testimonia il successo delle «summer school» degli atenei. Sia di chi le ha svolte tra giugno e luglio (la Bocconi di Milano), sia di chi le ripropone a fine agosto (la Luiss di Roma), sia di chi (la Cattolica) punta sull’e-learning per renderle fruibili per tutta l’estate.

L’offerta cresce. Prendiamo la Luiss che le propone da oltre 10 anni e coinvolge più di 1.400 studenti. I corsi si svolgono in presenza nei campus di Roma ma anche, in alcune settimane, a distanza. È il caso, ad esempio, di “Writing” che offre una full immersion di scrittura cinematografica per gli studenti dalla prima alla quarta superiore: grazie alla collaborazione con la storica casa di produzione Minerva gli iscritti andranno alla scoperta del tema “Diversity & Inclusion” e lavoreranno a un concept per una serie tv interamente pensata dai ragazzi (in due finestre: 30 agosto-3 settembre; 6-10 settembre). Più tarate sull’orientamento “classico” sono le altre due iniziative in agenda dal 30 agosto al 3 settembre: “Orientation 4”, che è rivolta agli alunni di quarta superiore e consente di sostenere in anticipo il test di ammissione alla Luiss in collaborazione con il Politecnico di Bari, e “Orientation 3”, che è pensata per i loro compagni di un anno più piccoli. Frequentando lezioni dei dipartimenti di Giurisprudenza, Economia e Finanza, Impresa e Management e Scienze Politiche potranno farsi un’idea di quello che li aspetta tra 2 anni e incassare un bonus di 5 punti per i test della Orientation 4 del 2022.

Loading...

A una platea diversa si rivolgono le summer school della Cattolica che scommette sull’e-learning (e sui podcast) per tutta l’estate e punta a intercettare la domanda di laureandi, laureati, manager e professionisti. Con un programma che tiene insieme, per restare alle iniziative ancora da svolgersi, la XV edizione della scuola in studi danteschi (da oggi al 28 agosto) e i corsi dedicati a “La differenziazione didattica” (30 agosto - 1° settembre); la “Ricerca Narrativa e Pedagogia - Formare e accompagnare con le storie di vita” (23-24 settembre); “Educare nei media. Cultura, metodo, curricolo” (9-11 settembre); “L’Health Technology Assessment (Hta) in condizioni di emergenza: l’esperienza del Covid (11 settembre).

Senza dimenticare chi, come il Sant’Anna di Pisa, le ha trasformate in “seasonal school”: 23 corsi corsi intensivi (online o in presenza) di 7 giorni per studentesse e studenti universitari di tutto il mondo su temi di ricerca “on the edge”. Dalla cybersecurity, alla sostenibilità all’innovazione in sanità.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati