FONDO PENSIONE

Laborfonds investe 30 milioni sui veicoli targati Cdp

Il fondo pensione del Trentino Alto Adige aderisce all’iniziativa messa in campo da Assofondipensione, l’associazione dei fondi negoziali, che coinvolge Cassa Depositi e Prestiti per investire nell’economia reale italiana

di Davide Colombo

default onloading pic

Il fondo pensione del Trentino Alto Adige aderisce all’iniziativa messa in campo da Assofondipensione, l’associazione dei fondi negoziali, che coinvolge Cassa Depositi e Prestiti per investire nell’economia reale italiana


2' di lettura

Laborfonds, il fondo pensione negoziale territoriale dei lavoratori dipendenti di aziende o enti del Trentino Alto Adige apre il fronte degli investimenti in economia reale del 2021. Nei giorni scorsi il cda - presieduto da Werner Gramm, direttore generale è Ivonne Forno - ha infatti deliberato due nuovi investimenti alternativi: 20 milioni nel fondo dei fondi “Private Debt Italia” e di 10 milioni in quello “Private Equity Italia”. Si tratta delle due linee attivate a fine 2019 con il “Progetto Economia Reale” guidato dalla Cassa depositi e prestiti tramite la Sgr FII e che, in veste di cornerstone investor , ha già impegnato per parte sua risorse fino a 550 milioni.

L’operazione di sistema

A fine dicembre il presidente di Assofondipensione, Giovanni Maggi, aveva anticipato che altri tre fondi erano pronti a investire in questo piano, tra questi Arco, che pure ha già deliberato. Per l'iniziativa Cdp-Assofondipensione l'obiettivo dichiarato è di raccogliere almeno un miliardo entro quest'anno e in campo ci sarebbero circa 25 fondi negoziali. La mossa dell'investitore istituzionale trentino ha dunque il valore segnaletico dell'avvio concreto di un progetto finanziario più ampio.

Loading...

Diversificazione di portafoglio

Laborfonds ha aperto da tempo il percorso di diversificazione degli investimenti della sua “Linea Bilanciata” sul fronte dei “ private markets ” prevedendo che il 10% dell'asset allocation strategica della Linea sia girata in investimenti alternativi, attraverso l'acquisto diretto di FIA, sia nella forma di “single fund”, che nella forma – come nel caso in oggetto – di “fund of funds”. A fine dicembre il portafoglio “satellite” della “Linea Bilanciata” di Laborfonds era costituito da impegni in FIA nell'ordine di 174 milioni, pari a circa il 7% del patrimonio della Linea; il portafoglio “satellite” a fine 2020 aveva un commitment target di 256 milioni.

«Siamo fermamente convinti nella bontà del Progetto Economia Reale - spiega in una nota Laborfonds - un progetto creato e pensato per permettere ai fondi pensione di realizzare un duplice obiettivo: assicurare nel tempo ai propri iscritti rendimenti adeguati al profilo di rischio assunto e, nel contempo, sostenere la parte sana dell'economia reale del Paese e, quindi, i lavoratori e le loro famiglie».

Investitore istituzionale

Con questo ingresso di 30 milioni Laborfonds potrà pendere attivamente parte alla governance del Progetto Economia Reale – elemento sempre ricercato da parte del fondo pensione negoziale territoriale che conta un rappresentante negli advisory board e nei Comitati consultivi di quasi tutti i Fia finora sottoscritti – potendo così controllare gli investimenti effettuati.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti