ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl «salva-Stati»

Ratifica Mes: Lagarde preme su Roma. Crosetto la critica sui tassi

«Speriamo che l’Italia ratifichi velocemente la riforma del Mes», trattandosi di una parte integrante del completamento dell’unione bancaria. Lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde

(AFP)

2' di lettura

«Speriamo che l’Italia ratifichi velocemente la riforma del Mes», trattandosi di una parte integrante del completamento dell’unione bancaria. Lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde, riferendosi all’eventualità che il Paese si trovi ad essere l’unico a non aver ratificato la riforma dopo il via libera della Corte costituzionale tedesca.

Lagarde ha spiegato che, quanto alla relazione fra il Mes e l’Omt, il programma di acquisto di bond della Bce ideato sotto la presidenza di Mario Draghi che richiede la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con il Mes, una mancata ratifica non avrebbe impatto sulla possibilità di attivare l’Omt qualora fosse necessario.

Loading...

«La Lagarde - dice all’ANSA il responsabile economia del Pd, Antonio Misiani - ha dato la sveglia al governo e in particolare al ministro Giorgetti, che ieri alla Camera sul Mes - per usare una delle metafore calcistiche così care al titolare del Mef - aveva buttato la palla in tribuna. Il tempo della melina è finito. È ora che il governo si assuma le proprie responsabilità, abbandonando le posizioni ideologiche del passato e ratificando un trattato che è interesse nazionale dell’Italia rendere presto operativo».

Giorgetti: Mes impopolare, cambiato contesto, va modificato

in un question time alla Camera ieri Giorgetti aveva espresso le riserve del governo sul Meccanismo europeo di stabilità. «Il Mes - ha detto - appare un’istituzione in crisi e per il momento in cerca di una vocazione. In parte per colpa sua, in parte no, è un'istituzione impopolare. Nessuno fra i Paesi europei ha voluto chiedere la sua linea di credito sanitaria». Quindi, l'impianto attuale del Trattato istitutivo del Mes appare non tenere conto del diverso contesto di riferimento e appare opportuno che, a monte, siano valutate modifiche.

«Dire No al Mes significa andare contro l'interesse degli italiani. E chiunque abbia a che vedere con la sanità sa che i soldi del Mes sanitario servono come il pane. Sì al Mes, subito». Così Matteo Renzi su twitter.

«Siamo impegnati sulla legge di bilancio. Gli auspici sono legittimi, le scelte, ancora più legittime, saranno del Parlamento italiano». Lo dice il capogruppo di FdI alla Camera, Tommaso Foti, interpellato dall’ANSA sulle parole della presidente della Bce.

Crosetto: non ho capito il regalo di Natale di Lagarde

È invece intervenuto, con toni critici, sulla decisione della Bce di alzare i tassi d’interesse di un altro mezzo punto percentuale il ministro della Difesa Gudio Crosetto. «Non ho capito il regalo di Natale che la presidente Lagarde ha voluto fare all’Italia», ha scritto su twitter. Crosetto, co-fondatore di Fratelli d’Italia, si sofferma su un grafico che mostra la netta caduta del prezzo di un Btp di prossima scadenza: «Per chi non avesse capito l’effetto di decisioni prese e comunicate con leggerezza e distacco» è il commento.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti