ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBEVERAGE

Lagfin acquista 30 milioni di azioni dal recesso, Campari verso l’Olanda

L’offerta non ha raggiuntole adesioni minime fissate - L’azionista di riferimento sale a 54% del capitale e lo spostamento della sede legale nei Paesi Bassi potrà essere completato

di Matteo Meneghello

default onloading pic

L’offerta non ha raggiuntole adesioni minime fissate - L’azionista di riferimento sale a 54% del capitale e lo spostamento della sede legale nei Paesi Bassi potrà essere completato


2' di lettura

Bob Kunze-Concewitz: "Campari continuerà a crescere per acquisizioni"

Sarà di poco superiore ai 5 milioni (circa 5,3 milioni) il costo (inteso come differenza rispetto agli attuali valori del titolo) che Campari dovrà sostenere (il cash out è di circa 65 milioni) per perfezionare l’operazione di trasferimento della sede legale nei Paesi Bassi. Un costo al di sotto della soglia ragionevole fissata nelle scorse settimane in circa 7-8 milioni di euro e per questo motivo è ormai in discesa l’annunciata operazione di trasferimento della sede legale di Campari nei Paesi Bassi, a sostegno della politica di M&A del gruppo. Lagfin, l'azionista di maggioranza di Campari ha acquistato, come comunicato venerdì scorso, circa 30 milioni di azioni recedute a 8,376 euro (con una spesa di 251 milioni) esercitando il proprio diritto di prelazione.

L’operazione annunciata venerdì e nelll’ambito del proposto trasferimento della sede legale di Campari nei Paesi Bassi, indicava da parte dell’azionista di maggioranza l’intenzione di acquistare fino a un massimo di 38 milioni di azioni recedute pari a circa il 3,2% del capitale sociale di Campari ad un prezzo di 8 euro per azione (il prezzo del recesso e' di 8,376 euro). Considerando poi che il diritto di recesso, si legge in una nota, era originariamente pari a circa 46 milioni di azioni e che gli azionisti che rappresentano più di 8,2 milioni di azioni hanno espresso la decisione di revoca, si prevede che il numero di azioni ritirate che Campari potrà eventualmente liquidare sia pari a circa 8 milioni.

Loading...

Sulla base della differenza tra il prezzo di revoca e il prezzo di mercato dell’ultimo giorno di negoziazione ossia venerdì scorso (rispettivamente 8,376 e 7,712 euro) il costo associato alla liquidazione da parte di Campari di 8 milioni di azioni ritirate (pari a circa 5,3 milioni di euro alle condizioni di mercato dell’ultimo giorno di negoziazione giorno) dovrebbe essere significativamente inferiore al costo ritenuto tollerabile secondo le stime di Campari.

Lagfin ha inoltre annunciato che acquisterà un ulteriore pacchetto di 1,7 milioni di azioni, al prezzo di 8 euro, da parte di alcuni azionisti che avevano revocato il recesso.

Alla luce del fatto che si prevede che la condizione relativa ai recessi sia soddisfatta e che tutte le altre condizioni di ri-domiciliazione si può ragionevolmente presumere che siano state soddisfatte, Lagfin si aspetta che il trasferimento della sede legale di Campari nei Paesi Bassi possa quindi essere completato.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti