HOTELLERIE

Lago Maggiore, il Grand Hotel Dino riapre per il mondiale di motonautica

Il gruppo Zacchera ha riorganizzato i protocolli di sicurezza e ristrutturato le 12 sale congressi. Gia riattivati Splendid e Simplon. L’ultima riapertura punta a «scuotere il settore»

di Laura Dominici

default onloading pic

Il gruppo Zacchera ha riorganizzato i protocolli di sicurezza e ristrutturato le 12 sale congressi. Gia riattivati Splendid e Simplon. L’ultima riapertura punta a «scuotere il settore»


3' di lettura

Non è rimasto fermo ad aspettare gli eventi. Il lockdown è servito al gruppo alberghiero Zacchera Hotels (4 strutture sul Lago Maggiore di proprietà dell'omonima famiglia) per riorganizzare i protocolli sanitari, efficientare una serie di servizi e inventarsi un revamping da 2 milioni di euro di costo per le 12 sale congressi del Grand Hotel Dino, il più grande tra i quattro, con 380 camere e 36 sale congressi. Interventi che hanno consentito ad una parte del personale di essere convocato al lavoro e non restare in cassa integrazione per tutta la durata dell’emergenza.

Ce ne parla il contitolare, Antonio Zacchera, che annuncia l’arrivo sul lago di un evento importante per ridare fiducia al territorio e al mondo degli eventi: «Dal 30 settembre al 4 ottobre ospiteremo il campionato mondiale di motonautica e per questo appuntamento riapriremo il Grand Hotel Dino. Quest’anno, se non fosse stato per il Covid – aggiunge l’imprenditore – avremmo avuto degli eventi pazzeschi, avevamo vinto contro Spagna e Francia un tender per un evento di 44 giorni da fine settembre a inizio novembre e anche il lancio mondiale di una bicicletta a giugno per 22 giorni, ma ovviamente è saltato tutto».
Valutata la situazione, la decisione in corso di stagione è stata quella di aprire i due hotel più piccoli (Splendid e Simplon), con l’applicazione di rigorosi protocolli e anche l’introduzione di un robot per la sanificazione usato nei grandi ospedali come il Sacco di Milano.

«I dipendenti, ad ogni entrata in servizio, sono sottoposti alla rilevazione automatica della temperatura – dichiara Zacchera – ogni 15 giorni viene effettuato un test rapido e sono stati aumentati del 25% i tempi di pulizia delle camere e delle zone comuni. Usiamo tra l’altro mascherine certificate e garantite per 60 lavaggi». Un’incidenza sui costi generali che si aggira attorno al 3-4% circa per un albergo piccolo, ma che non è stata ribaltata sul prezzo delle camere, «fermo al 2019».

«Ora l’arrivo del campionato di motonautica ci permetterà di riaprire il Grand Hotel Dino e dovrebbe scuotere il settore», sottolinea il manager, che conta ancora su qualche evento da 100 camere e sull’arrivo di turisti nei weekend. Certo è venuto a mancare buona parte del flusso internazionale, che normalmente pesa per un 85% delle presenze, contro un 15% di presenza italiana. «A luglio si sono svolti piccoli eventi da 10-15 persone, ma la finestra di prenotazione si è ridotta a 10 giorni – spiega ancora – e le percentuali di presenze si sono invertite, abbiamo avuto un po’ di svizzeri questa estate, ma è venuta a mancare completamente la clientela americana che porta di solito 200 ospiti in media al giorno da aprile ad ottobre».

Riguardo ai prossimi mesi, Zacchera annuncia: «Stiamo registrando interesse per il mese di gennaio, con diverse richieste e già un paio di conferme per eventi da 150-200 camere per un paio di giorni da parte di aziende di vari settori economici». Sul successo della formula ibrida, che unisce la presenza fisica a quella virtuale, l’imprenditore commenta così: «Nel 2001 avevamo già vissuto il calo degli eventi e l’aumento delle manifestazioni virtuali, ma poi è stato dimostrato che una serie di best practice passano meglio al momento della cena, durante coffee break o after dinner. Il contatto delle persone e lo scambio della experience non può essere sostituito. Sono quindi fiducioso in un recupero degli eventi dal vivo».

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati