in cucina

Lagostina rivoluziona la pentola a pressione per i suoi 60 anni

Il sistema LagoEasy’up è più facile da usare e ha 6 dispositivi di sicurezza: chef Cannavacciuolo come testimonial. I piani del nuovo ad Stéphane Bonny

di Paola Guidi

A 60 anni la nuova primavera della pentola a pressione Lagostina

Il sistema LagoEasy’up è più facile da usare e ha 6 dispositivi di sicurezza: chef Cannavacciuolo come testimonial. I piani del nuovo ad Stéphane Bonny


3' di lettura

Quella della Lagostina è una delle più prestigiose storie di successo del made in Italy della cucina e del costume, una storia intessuta di primati, che viene raccontata e celebrata a Milano, in occasione di un compleanno particolare, quello dei primi 60 anni della pentola a pressione Lagostina che, prodotta in 25 milioni di esemplari, è stata esportata in tutto il mondo.

Lagostina, operante dal lontano 1901 nel distretto dell’acciaio di Omegna, rappresenta, con un fatturato in crescita di 89 milioni di euro (erano poco più di 73 nel 2018), un made in Italy della cucina sempre più richiesto anche perché ha mantenuto un elevato standard tecnologico ed estetico spiccatamente italiano e sempre conservando la sede e gran parte della produzione a Omegna. E, anzi, con l'ingresso nel 2005 nella multinazionale francese Group Seb, primo produttore mondiale di small appliance, si è spostata verso la fascia alta del settore. Che oggi viene confermata da un brevetto unico e non replicabile perché per la prima volta la pentola a pressione, che di solito richiede per l’apertura e la chiusura un complesso intervento delle mani e manovre molto precise, si compie con una sola mano e con un unico movimento.

Il sistema, LagoEasy'up, è dotato di ben 6 dispositivi di sicurezza, e dal 2020 è disponibile su tutte le pentole a pressione Lagostina, con l’eccezione delle versioni tradizionali.

Della storia dell’azienda di Omegna fa parte non solo la speciale competenza tecnologica nelle lavorazioni dell’acciaio pregiato 18/10 che ha avuto un ruolo decisivo nella conquista dei mercati esteri più esigenti, quelli europei, ma anche la scelta di una comunicazione accattivante come poche, sin dagli anni 70 quando a Carosello il personaggio Linea, creato da Osvaldo Cavandoli, era diventato con i suoi bizzosi e originalissimi movimenti un'icona della creatività italiana. E che verrà riproposto in spot video insieme allo chef Antonino Cannavacciuolo.

La nuova collezione di pentole a pressione, dotata di accessori che consentono diverse tipologie di cottura (a vapore, a immersione e a contatto), ha in più un particolare scodello ideato per la realizzazione di ripieni e di preparazione a base di uovo che richiedono cotture delicate. La fama che ha reso celebre presso tante generazione di cuoche e cuochi l’azienda di Omegna è legata anche al fatto di aver progettato e lanciato non semplici pentole ma strumenti “specializzati” per avere risultati molti simili a quelli professionali anche nelle cucine domestiche e soprattutto per esaltare i piatti più celebri della nostra tradizione. È il caso della celebre Pastaiola, della quale a fine 2019 è stata presentata una nuova versione, della Risottiera e della Lasagnera.

Il successo sui mercati esteri del brand Lagostina, sottolineato il 23 gennaio con l’annuncio del nuovo amministratore delegato Stéphane Bonny, si inquadra in quello dell’intero comparto dei casalinghi italiani che oggi rappresenta oltre il 25% mercato mondiale, un successo connotato, tra l'altro, da una caratteristica comune: tre quarti dei prodotti appartiene alla fascia alta e molto alta.

E proprio l’export delle pentole made in Italy ha raggiunto, nel 2019, quota 0,6 miliardi euro con prodotti di pregio, ambitissimi in quanto simbolo del modo di vivere e cucinare all'italiana proprio come accade da sempre per le collezioni Lagostina. Che sono simbolo di un design senza tempo che sin dagli anni 50 è stato insignito del Premio compasso d'oro e, con la collezione Casa Mia, ha trovato una permanente collocazione al mitico Moma di New York.

Con la pentola a pressione inoltre Lagostina vuole entrare nella nuova “era”, quella della sostenibilità poiché con questo strumento, funzionalmente potenziato, dei cibi non si spreca più quasi niente (tutto diventa facilmente digeribile), i tempi di cottura e i consumi si riducono e le modalità di cottura sono diventate personalizzabili.

Le novità di Lagostina non finiscono qui poiché SEB ha deciso di lanciare -o rilanciare- anche in Italia un prestigioso brand acquisito nel 2016, quello della tedesca WMF (macchine professionali per il caffè).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti