NOMINE

Lamborghini, Stephan Winkelmann confermato nuovo presidente e amministratore delegato

Ritorna il manager tedesco che aveva guidato la casa di Sant’Agata dal 2005 al 2016 e resterà il numero uno anche di Bugatti. Prenderà il posto di Stefano Domenicali

di Simonluca Pini

default onloading pic
(EPA)

Ritorna il manager tedesco che aveva guidato la casa di Sant’Agata dal 2005 al 2016 e resterà il numero uno anche di Bugatti. Prenderà il posto di Stefano Domenicali


2' di lettura

Stephan Winkelmann sarà il nuovo presidente e amministratore delegato di Automobili Lamborghini (gruppo Audi Volkswagen) a partire dal 1° dicembre 2020. Come anticipato dal Sole 24 Ore il manager tedesco prenderà il posto di Stefano Domenicali che assumerà la carica di ceo della Formula 1 dal 2021. Il manager tedesco (classe 1964) manterrà anche la presidenza di Bugatti che è sempre controllata dal gruppo Volkswagen. «Per me è un grande onore e piacere guidare queste due aziende -ha commentato Winkelmann - non vedo l'ora di affrontare questa nuova sfida. La vena creativa di entrambe le aziende non si è affatto esaurita: il mondo avrà certamente delle sorprese».
Winkelmann, ritorno alla Lamborghini
Già amministratore delegato di Lamborghini dal 2005 al 2016, sotto la prima presidenza di Winkelmann sono nati i modelli su base Gallardo, a cui ha fatto seguito il lancio della Huracán (modello V10) e della Aventador (modello V12) fino alle edizioni limitate e alle one-off e il conseguimento di diversi record di vendite. Il 2015 ha visto l'annuncio dell'arrivo di un terzo modello, l'Urus con produzione a Sant'Agata Bolognese, che ha segnato l'inizio di una nuova era per l'azienda.

Il commento di Audi A marzo 2016 Winkelmann divenne il ceo di Quattro (oggi Audi Sport ) prima di entrare a far parte di Bugatti Automobiles in qualità di Presidente all'inizio del 2018. «Stephan Winkelmann ha segnato in modo decisivo la storia di Lamborghini. - Ha afferma Markus Duesmann, Chairman of the Management Board di Audi. “Rappresenta il brand Lamborghini come pochi altri ed è la persona giusta per guidarlo verso un futuro di successo».

Loading...

L'era Domenicali La nomina di Stephan Winkelmann arriva dopo la presidenza di Stefano Domenicali, periodo che resterà nella storia del marchio di Sant'Agata Bolognese. Infatti il manager imolese è stato in grado di ottenere risultati mai visti in passato, portando il numero di dipendenti ad oltre 700 e terminando il raddoppio dello stabilimento emiliano. La crescita delle vendite globali è stata ancora più significativa, con 8.205 unità consegnate ai clienti nel 2019, il che segna un raddoppio dei volumi rispetto al periodo precedente all'introduzione di Urus; sono stati raggiunti record di vendite in tutte le tre principali aree di mercato: Americhe, Emea e Asia Pacifico, con un fatturato di 1,81 miliardi di euro nel 2019.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti