STELLANTIS

Lancia, c'è un futuro oltre la Ypsilon: addio alla gamma monoprodotto. E i fan attendono un b-suv

Il brand inserito fra i marchi premium di Stellantis punterà ad ampliare l'offerta sfruttando le sinergie con Alfa Romeo e DS. Da definire il futuro di Ypsilon, mentre potrebbe esserci spazio per un B-suv.

di Corrado Canali

default onloading pic

3' di lettura

All'indomani della fusione fra Fca e Psa in Stellantis, a cui è seguita la riorganizzazione aziendale che ha portato alla guida di Lancia Luca Napolitano, il brand ha avviato un programma di collaborazione con gli altri due marchi premium del gruppo, Alfa Romeo e DS: un'alleanza che sarà la base dei futuri modelli in arrivo. Luca Napolitano, sia pure senza sbilanciarsi troppo, lo immagina con una gamma più articolata dell'attuale e indirizzata non esclusivamente al mercato italiano, ma anche in quelli europei dove Lancia ha ottenuto buoni risultati commerciali, in Francia in particolare. Da subito Lancia potrebbe però puntare su un modello di b-suv realizzabile nell'ambito del progetto di un'analoga vettura Alfa Romeo destinata a sostituire la MiTo.Del resto Lancia, con un solo modello, la Ypsilon, vende più di tutte le Alfa Romeo e le DS. Infatti, nel 2020, in Europa, Lancia ha venduto 43.106 Ypsilon, contro le 32.527 Alfa Romeo (Stelvio, Giulia e fine serie di Giulietta) e le 35.590 vetture di DS Automobile con una gamma composta da due modelli: DS3 Crossback e DS7 Crossback, ma sono in arrivo DS4 e DS9 ).

I nuovi modelli per un progetto di 10/15 anni
Al momento l'obiettivo è di ripartire dai punti forti di Lancia. Vendere quasi 50.000 vetture con un solo modello è già un'ottima base di partenza anche se il brand dovrà avviare un nuovo progetto. La Lancia di domani non sarà di sicuro quella di oggi e naturalmente dovrà rivolgersi a dei nuovi clienti. Si dovranno di conseguenza progettare tipologie di automobili che possano coprire il mercato in modo più completo di oggi. Per farlo serviranno mesi con l'obiettivo di impostare un progetto per 10/15 anni. Lancia dovrà diventare un brand molto più diffuso sul mercato. Addio dunque alla formula monoprodotto di oggi. Per farlo si dovrà ripartire naturalmente anche dal passato glorioso di Lancia, un brand che Sergio Marchionne aveva deciso di cancellare (ma va detto che i tentativi di rilancio furono disastrose operazioni di badge engineering, privi di rispetto per l’indetità del brand: come le Lancia Flavia Convertible su base Chrysler 200 e Lancia Thema (Chrylser 300).

Loading...

La nuova Ypsilon sulla piattaforma CMP?
Sulla futura piccola Lancia una decisione non è stata ancora presa anche se dovrebbe riproporre la formula di oggi, quella di un'utilitaria a cinque porte con dimensioni compatte, quindi al di sotto dei quattro metri di lunghezza, per renderla adatta ad un utilizzo urbano. Lo stile sarà elegante e con un chiaro riferimento come oggi al mondo della moda, mentre la piattaforma potrebbe cambiare visto che si potrebbe utilizzare la CMP ovvero Common Modular Platform di Psa, quella già utilizzata dalla DS 3 Crossback oltre che dalla Opel Corsa e dalla Peugeot 208. Così facendo si potrebbero prevedere versioni a motore termico a benzina o diesel, ma anche elettriche. Naturalmente si tratta soltanto di ipotesi visto che il futuro di Lancia è tutto ancora da definire.

I numeri della piccola Lancia che si è rinnovata
Quattro generazioni di Ypsilon in 35 anni, ben 35 serie speciali, la 36a è prevista nel corso dell'estate, per oltre 3 milioni di unità vendute e oggi ancora la piccola Lancia è la seconda auto più scelta in Italia dopo la Fiat Panda. Fino all'ultimo restyling per il quale il brand è partiti dallo stile esterno. La modifica principale è per il frontale coi nuovi fari e le luci a Led con interni realizzati col laser. Il tutto abbinato al nuovo paraurti e a una calandra ispirata al passato di Lancia. L'aggiornamento riguarda oltre agli interni ancora più eleganti anche la tecnologia di bordo a cominciare dallo nuovo sistema multimediale con touchscreen da 7 pollici e la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti