Test Drive

Land Rover Defender P400e e V8: come sono, come vanno e quanto costano

La Defender entra nei ristrettissimi club delle off-road più pure spinte da motori ibridi alla spina con la P400e e da grosse unità a 8 cilindri con la P525. Con questi powertrain le due nuove versioni si pongono agli estremi della famiglia a livello di temperamento di sobrietà.

di Massimo Mambretti

4' di lettura

Doppio debutto nella famiglia della Defender: arrivano la P400e ibrida plug-in e la V8 P525, la versione più potente di sempre. Queste proposte completano la famiglia della Defender in modi differenti. Infatti, la P400e si rivolge a chi sbandiera l'attenzione ai consumi e la propria indole eco-friendly, mentre la P525 ammicca a chi non bada affatto a queste cose e vuole esibire una Defender esclusiva. In pratica, una è la “santa” dello schieramento e l'altra il diavolo.

Land Rover Defender P400e e V8, tanto diverse ma anche molto simili
Al di là delle personalità, queste due nuove Defender sono legate da un fil-rouge costituito sia dall'irrinunciabile capacità di non spaventarsi davanti a nessun ostacolo come tutte le altre della famiglia, anche se questa possibilità per molte versioni raggiunge il top solo optando per avanzate tecnologie dedicate a questo scopo, sia dalle novità della serie 2022. In prima battuta, c'è l'aggiornamento dell'infotainment che può arrivare ad avere un touchscreen da 11,4”, che ha una nuova interfaccia grafica che semplifica l'utilizzazione grazie anche alla possibilità di personalizzare la home page ed è sempre ed estesamente connesso. Il sistema prevede anche l'aggiornamento Ota delle mappe del navigatore che, dal canto suo, evita di impartire istruzioni vocali quando la rotta comprende tratti conosciuti. Poi c'è l'arricchimento della batteria di Adas, che attesta la guida-semi autonoma al livello 2 avanzato.

Loading...
Le foto della prova della Defender, la V8 P525

Le foto della prova della Defender, la V8 P525

Photogallery6 foto

Visualizza

Land Rover Defender P400e, con la spina la funzionalità cala un po'
La Defender ibrida plug-in, in vendita, a prezzi che vanno da 77.000 a 110.000 euro è presente solo tra le robuste versioni 110. La ragione è semplice: per questa modello che pesa più di 2,6 tonnellate è stata scelta una batteria agli ioni di litio di taglia piuttosto grossa, che sulla più compatta 90 non avrebbe potuto trovare posto. Va anche detto che, proprio a causa della batteria sistemata posteriormente, la 110 P400e non può essere scelta con l'interno configurato per sette persone. La pila è sistemata sotto il bagagliaio, crea uno scalino nel piano di appoggio ma, sostanzialmente, non ridimensiona molto la fruibilità del vano. Infatti, la capacità spazia da 853 a 2.127 litri. Dentro al cofano della P400e c'è che il powertrain che il gruppo Jaguar Land Rover ha sviluppato per i modelli ibridi plug-in di dimensioni più grandi. Il sistema offre una potenza complessiva di 404 cavalli e una coppa di 640 Nm. L'unità elettrica è alimentata da una batteria agli ioni di litio da 19,2 kWh, che si ricarica all'80% in tempi che vanno da due a sette ore e che promette un'autonomia elettrica di 43 chilometri.

Land Rover Defender P400e ibrida plug-in, le foto della prova <br/>

Land Rover Defender P400e ibrida plug-in, le foto della prova

Photogallery8 foto

Visualizza

Land Rover Defender 110 P400e, come va
Di default la P400e si muove in configurazione ibrida, quindi lasciando all'elettronica il compito di orchestrare cosa devono fare i motori a benzina ed elettrico. Se la batteria è sufficientemente carica, è abbastanza facile utilizzare solo l'unità elettrica, che sposta la massa della Defender 110 con zelo ma senza particolare brio. In ogni caso in ambito urbano si può sfruttare il carattere eco-friendly di questa Defender abbastanza facilmente, tanto più che l'energia che si spende nella marcia stop & go viene recuperata in buona percentuale nei rallentamenti. Invece, quando la P400e fa l'ibrida pura si comporta come le altre. Infatti, offre un apprezzabile confort e una guidabilità che non mette ansie a livello di affidabilità, ma non sorprende per l'agilità che risente anche della massa che supera i 2.600 kg.

Land Rover Defender 110 V8 P525, esclusività quasi in incognito
L'ammiraglia V8 P525 è tutt'altra cosa. Questa versione spinta dal V8 di 5 litri con 525 cavalli e 625 Nm di coppia, che spinge alcune Range Rover, richiama Defender del passato tirate in edizioni limitate mosse da motori di analoga architettura, ma ben meno potenti. La P525 è in vendita a prezzi che vanno da 127.000 a 137.000 euro nelle varianti corta e lunga, anche nell'esclusivo allestimento Carpathian Edition. Quest'ultimo rende più riconoscibile l'esclusività del modello, poiché ai pochi tratti estetici realmente caratterizzanti della V8 P525 (i quattro grossi terminali che sbucano sotto la coda e le pinze dei freni blu) affianca anche specifici abbinamenti cromatici della carrozzeria. Inoltre, nella dotazione integra particolari elementi, il più utile ci sembra la wrappatura antigraffio trasparente della carrozzeria, che nell'abitacolo arrivano a rendere ancora più lussuosa la presentazione, già basata sull'esteso impego di pelle pregiata.

Land Rover Defender 110 V8 P525, come va
La più potente Defender è la versione che maggiromente sostiene l'ambizione di questa Land Rover di avvicinarsi su strada ai suv, tanto con la potenza quanto con il dinamismo. Su quest'ultimo si riversa un tuning che ha interessato ogni componente meccanica ed elettronica per tenere a bada il rollio che innesca il peso che oltrepassa i 27 quintali, portando in dote anche la configurazione sportiva Dynamic al Terrain Response 2. A dispetto della potenza, delle prestazioni di spicco che culminano in una velocità di 240 all'ora e in un tempo di 5”6 secondo per arrivare a 100 orari, ma anche dell'incomparabile sound emanato dal V8 quando viene sollecitato, questa Defender non si guida come un'auto sportiva. Certo l'upgrading di tutto ciò che cela la carrozzeria si fa sentire ma, a un certo punto, il dinamismo e la guidabilità si scontrano con le leggi della fisica. Prima, però, arrivano puntuali degli utili avvertimenti, così l'affidabilità generale della specie viene sempre preservata.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti