ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùintese

Landi Renzo si allea con Uber in Brasile per convertire a metano le vetture

di Ilaria Vesentini


default onloading pic

2' di lettura

Il gruppo reggiano Landi Renzo e il colosso di San Francisco Uber hanno firmato in Brasile una partnership in esclusiva per convertire a gas metano il parco auto di proprietà degli autisti partner Uber. Si parte dalle due città più presidiate al mondo dal big della sharing economy, Rio de Janeiro e San Paolo (solo a Rio sono oltre 300mila gli associati Uber), «dove puntiamo a convertire dal 5 al 10% dei mezzi entro fine anno sarebbe – sottolinea l’amministratore delegato di Landi Renzo, Cristiano Musi - ma stiamo già lavorando per allargare l’accordo al Messico e, in prospettiva, a livello internazionale. Perché di base c’è la volontà di Uber di portare tutta la flotta di associati a soluzioni di mobilità sostenibile e il metano è una delle fonti green con maggiori potenzialità nei prossimi dieci anni, assieme a ibrido ed elettrico».

La partnership in esclusiva prevede l’offerta agli autisti di Uber in tutto il Brasile dell'installazione dei sistemi di alimentazione a gas di Landi Renzo, anche attraverso una speciale linea di finanziamento garantita da San Francisco con rimborso rateale settimanale per l’acquisto e l'installazione dei kit CNG reggiani; un servizio di assistenza post-vendita nelle officine autorizzate Landi Renzo; e attività di formazione sui vantaggi della conversione a metano, negli hub Uber, nelle officine convenzionate Landi Renzo e anche online su web e app.

«Il Brasile è il nostro secondo mercato di riferimento nell'after market e nel Paese siamo leader indiscussi – prosegue l’amministratore delegato – . Il metano è visto in tutto il Sud America come alternativa vincente per la mobilità green in città: già oggi il 10-15% dei taxi va a metano e l'obiettivo è aumentare la quota del 10%, per arrivare al 25% dei mezzi, nei prossimi cinque anni. Numeri che si stima saranno molto più alti per la mobilità privata condivisa. Questa partnership rappresenta un'incredibile opportunità per il nostro gruppo». Con 60 anni di storia alle spalle e 12 di quotazione sul segmento Mta di Borsa italiana, Landi Renzo comincia a raccogliere i frutti del piano di ristrutturazione lanciato nel 2017, dopo sette anni di crisi, e si prepara a chiudere un 2018 brillante. I primi nove mesi hanno registrano un rialzo del 12,3% del fatturato a perimetro costante (sullo stesso periodo dell'anno prima), un raddoppio dell'Ebitda Adjusted e un miglioramento del piano di rimborso dei debiti finanziari. Tanto che Cerved ha già rialzato il rating dell'azienda da B2.2 a B2.1.

«Uber sta cambiando profondamente le città brasiliane dal 2014 - afferma Fabio Plein, direttore di Uber a San Paolo - al punto che San Paolo e Rio sono oggi tra le prime cinque città al mondo per numero di viaggi. Il ride sharing ha rivoluzionato il rapporto di milioni di persone con le loro auto private e sono enormi le potenzialità di cambiamento e l'effetto moltiplicatore delle conversioni a gas naturale dei veicoli, un'alternativa decisamente migliore per l'ambiente».

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...