Verso lo sciopero generale

Landini sferza il governo: «I vantaggi della manovra a chi ha di più». Sbarra: «Sciopero generale incomprensibile

Confronto tra i tre leader sindacali davanti alle telecamere di Rai Tre. Il numero uno della Cisl ai due colleghi: «A loro dico di stare attenti a isolare il sindacato in questa fase». La replica di Bombardieri: «Non esiste sindacato unico in Italia»

Il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra

2' di lettura

«Trasformare i luoghi di lavoro in campi di battaglia, distruggere il dialogo sociale con il governo lo consideriamo assolutamente sbagliato». Intervenendo al programma tv Mezz’ora condotto da Lucia Annunciata, il segretario della Cisl Luigi Sbarra ha chiarito la sua posizione in merito allo sciopero proclamato da Cgil e Uil, ma non dalla Cisl. «Distruggere il dialogo sociale con il governo lo consideriamo assolutamente sbagliato. A me pare che oggi questa legge di bilancio ha un profilo espansivo e coesivo con forti interventi di redistribuzioni, ha proseguito Sbarra intervistato insieme ai numeri uno di Cgil, Maurizio Landini, e della Uil, Pierpaolo Bombardieri.

Landini: vantaggi manovra a chi ha di più

Su posizioni diametralmente opposte il segretario della Cgil Landini. «I vantaggi di questa manovra di bilancio vanno a quelli che prendono di più, la nostra decisione» di scioperare «è una decisione di merito molto precisa», ha spiegato Landini. «Noi abbiamo detto al governo siccome ci dite che avete solo 8 miliardi sapete che bisogna fare, non la riforma fiscale, ma bisogna andare a usare questi soldi per ridurre la contribuzione per i livelli più bassi e fare le detrazioni: in modo che fino a una certa soglia siamo in grado di dare soldi a chi oggi ne ha bisogno e non ce la fa».

Loading...

Il segretario della Cgil: Draghi ci ha ascoltato

Landini ha poi smorzato i toni contro Draghi. «Non dico che Draghi è bravo e gli altri no ma lui ha avuto almeno l’umiltà di ascoltarci se non sulla riforma del fisco almeno sul contributo sopra i 75mila euro», ha proseguito il segretario Cgil che ha detto come «nella seconda telefonata dopo il cdm ci ha spiegato che la maggioranza non ha fatto passare» quella misura. «Se questa è la maggioranza» che lo sostiene «questo è un governo che non ci meritiamo».

L’appello di Sbarra ai colleghi: il sindacato non si isoli

A Landini e Bombardieri si è poi rivolto Sbarra. «A loro dico di stare attenti a isolare il sindacato in questa fase. Serve maggiore responsabilità. Non serve un profilo sindacale antagonista, massimalista e anche demagogico e populista. La mobilitazione generale è incomprensibile nelle motivazioni, ha aggiunto il numero uno della Cisl davanti alle telecamere di Rai 3. «Con il Paese che è ancora dentro a una feroce pandemia, infiammare le relazioni sociali e sindacali, distruggere il dialogo sociale con il governo lo consideriamo assolutamente sbagliato. C’è tanta consapevolezza nelle persone che questo non è il momento di esasperare il conflitto e portarlo nei luoghi di lavoro».

Sbarra: manovra ha profilo espansivo

«La manovra ha un profilo espansivo con forti interventi di redistribuzione», è l’analisi formulata dal segretario Cisl. «Partivamo dall’impostazione del governo sul fisco che su miliardi intendeva assegnare 5 all’Irpef e 3 all’Irap, siamo passati a 7 per lavoratori dipendenti e pensionati».

Bombardieri a Sbarra: in Italia non esiste sindacato unico

A Sbarra ha prontamente replicato Pierpaolo Bombardieri, segretario generale Uil, anch’egli intervistato su Rai 3. «Ho molto rispetto per le posizioni della Cisl ma ricordo che in questo paese non c’è un sindacato unico, ci sono sindacati diversi».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti