ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùProdotti

Laser tv, il cinema in 4K entra in salotto grazie al laser. Guida all’acquisto

Consumano meno a parità di dimensione perché non usano la lampada tradizionale: alternativa low cost rispetto ai megaschermi 100 pollici

di GIanni Rusconi

Bonus tv 2021 da 100 euro, come funziona e chi ne ha diritto

3' di lettura

L’attenzione di tutti è oggi rivolta (giustamente) allo switch off che sancirà il passaggio ai nuovi standard di trasmissione e alla conseguente necessità di sostituire il vecchio televisore non più idoneo a ricevere il segnale del digitale terrestre o di acquistare un decoder compatibile. La corsa per accaparrarsi un nuovo apparecchio, complice anche il bonus per la rottamazione del vecchio Tv, è ovviamente già partita: fra l’11 e il 17 ottobre sono stati acquistati in Italia, secondo Gfk, oltre 217mila televisori, il 120% in più rispetto alla stessa settimana del 2020.

E se il cambio forzato dell’apparecchio fosse l’occasione per abbracciare una nuova esperienza di intrattenimento? I laser tv sono una di queste opzioni. Parliamo di proiettori a corto raggio grandi quanto una console e in grado di riprodurre immagini anche oltre i 100 pollici di diagonale a distanza estremamente ravvicinata (da 10 a 50 cm), raggiungendo la risoluzione 4K. I vantaggi? Una superficie visiva che emula (e supera) quella dei mega schermi e che permette di replicare nel proprio salotto l’atmosfera di una piccola sala cinematografica. E poi, aspetto certo non trascurabile, anche diversi plus rispetto a un tradizionale sistema di proiezione a lampada: azzeramento dei tempi di riscaldamento e raffreddamento, temperature di esercizio molto contenute e (soprattutto) un ridotto consumo di energia, grazie all’autoregolazione dell’illuminazione in funzione del contenuto da riprodurre.

Loading...

Dal punto di vista tecnico, un proiettore laser non è molto diverso da un comune proiettore in alta definizione ed elabora il segnale proveniente dalla sorgente luminosa grazie a un motore di visualizzazione (un chip Dlp-Digital Light Processing o LCoS-Liquid Crystal on Silicon). La qualità di visione è di norma elevata con un dettaglio delle immagini, una luminosità e una profondità dei colori decisamente apprezzabile anche in una stanza non particolarmente grande e con le luci accese: il supporto degli standard Hdr10 per alzare il livello della resa visiva e il Dolby Atmos per regalare un audio all’altezza della situazione sono attributi che provano questo assunto.

C’è chi descrive i laser tv come sistemi di home theatre evoluti e altri che invece li vedono come televisori di nuova concezione, con tutti gli attributi per diventare il principale centro di intrattenimento della casa grazie alle porte Usb alle quali collegare chiavette o hard-disk e alle porte Hdmi a cui connettere decoder come SkyQ o smart hub come Apple Tv, Google Chromecast o Fire Stick di Amazon. Grazie alla connettività Wi-Fi, inoltre, è possibile utilizzare la smart Tv e accedere alle app delle principali piattaforme di streaming mentre il sintonizzatore integrato rende possibile la connessione all’antenna del digitale terrestre o alla parabola della Tv satellitare.

La scelta di puntare su una soluzione di questo genere rispetto a un apparecchio grande formato convenzionale è (come sempre) legata alle personali esigenze, prima ancora che subordinata all’aspetto economico. Le proposte sul mercato, per gli amanti del genere, fortunatamente non mancano e la cinese Hisense è uno dei maggiori specialisti in materia.

Il mercato dei proiettori

Il mercato dei proiettori

Photogallery4 foto

Visualizza

Nella collana di laser Tv disponibili oggi in Italia si va dagli 88 ai 120 pollici passando per la versione da 100 pollici, con costi che arrivano al limite dei 5mila euro. Nel 2022 è invece previsto l’arrivo dei proiettori TriChorma della serie L9, caratterizzati da un sistema di illuminazione a tre laser separati per ottenere colori più puri e da uno schermo da 75 o 100 pollici capace di contrastare la luce ambientale. Un’altra soluzione premium è The Premiere di Samsung: due modelli (da 120 e 130 pollici) basati sul sistema operativo proprietario Tizen e prezzi che toccano i 5.500 euro. Due alternative più accessibili sono Xiaomi Mi Laser con Android TV e pulsante per Google Assistant (si trova online sui 1.500 euro) e il CineBeam HU810PW di Lg (circa 2.600 euro su Amazon) con risoluzione nativa 4K e sorgente luminosa a doppio laser, capace di raggiungere una diagonale fino a 300 pollici. Un cinema in casa, per l’appunto.


Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti