ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùM&A

Launchmetrics acquisisce l’italiana Imaxtree

La società franco-americana continua l’espansione in Italia, oggi il primo Paese per incidenza nei ricavi, rilevando la società attiva da oltre 20 anni nella produzione di contenuti creativi. L’obiettivo è la quotazione

di Marta Casadei


default onloading pic
Andrea Oreni e Michael Jais

2' di lettura

L’obiettivo è completare il range di servizi da offrire alle aziende della moda, del lusso e del beauty, includendo anche la creazione di contenuti . Che oggi è sempre più importante nelle strategie dei marchi internazionali. Per farlo, Launchmetrics ha rilevato l’azienda italiana Imaxtree che da oltre 20 anni fornisce contenuti verticali per l’industria della moda e della bellezza. Il valore dell’operazione non è stato rilevato, ma «con l’acquisizione di Imaxtree l’Italia diventa il primo Paese per in termini di contributo ai ricavi del gruppo.

«Quando nel 2015 Aigure e Fashion Gps si sono fuse creando Launchmetrics - ha detto Michael Jais, ceo di Launchmetrics - abbiamo creato cominciato a creare la nostra piattaforma, che chiamiamo brand performance cloud, in grado di assistere i marchi della moda e del lusso sia sul piano dell’organizzazione sia dell’engagement degli influencer sia dell’analisi dei dati. L’attività del brand, in fin dei conti, comincia con la creatività ed è per questo che abbiamo acquisito Imaxtree: volevamo gestire internamente anche la parte creativa delle performance. Ora possiamo offrire ai brand la possibilità di migliorare la performance creativa, gestionale, attraverso i nostri strumenti, e migliorarla, offrendo loro un unico interlocutore: i brand si lamentano di averne troppi».

L’acquisizione di Imaxtree è la seconda a coinvolgere una realtà italiana nella storia di Launchmetrics: la prima era stata Visual Box, rilevata nel 2016. L’incontro tra le due realtà è avvenuto spontaneamente: «Lavoriamo nello stesso ambito, con gli stessi eventi, ma facendo un lavoro complementare: così abbiamo deciso di unire le nostre forze, in modo molto naturale», ha spiegato Andrea Oreni, fondatore e ceo di Imaxtree. Una realtà all’avanguardia: «Da vent’anni lavoriamo nel mondo della moda, principalmente durante le fashion week, producendo contenuti per i marchi e per i media, cercando di farli “comunicare” tra di loro - racconta Oreni -. Quando abbiamo iniziato c’erano poche decine di fotografi, noi abbiamo introdotto l’idea di un “service” per i media, ad alto contenuto tecnologico. La tecnologia fa parte del nostro Dna fin dall’inizio e abbiamo accresciuto la sua importanza, portandola anche ai nostri clienti in modo più veloce ed economico: per esempio, pubblichiamo direttamente le foto sui loro siti». Imaxtree attualmente produce contenuti per 25 fashon week all’anno e ha un team variabile: dalle 15 alle 45-50 persone. L’assetto delle società rimarrà per ora “separato”, pur con delle sinergie dal punto di vista operativo.

«Non è una sorpresa che le aziende più creative dinamiche nel segmento fashion-tech siano in Italia e Francia. La provenienza europea è un fattore di legittimazione nel segmento fashion-tech», commenta Michael Jais.

L’annuncio dell’acquisizione ha rappresentato un momento per indagare il futuro dell’azienda franco-americana: «Non abbiamo mai ricevuto un’offerta da un grande gruppo - continua Jais- perché credo ci vedano più che altro come un brand. Il nostro futuro? La borsa, in Europa o in Usa. Ci stiamo lavorando, ma non abbiamo ancora una road map precisa». Al momento l’Europa è il mercato principale di Launchmetrics, seguito dagli Usa, mentre l’obiettivo è il mercato cinese.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...