DA MILANO A SALERNO

Lavorare nel food&beverage: i nuovi corsi universitari e le proposte delle academy

di Maria Teresa Manuelli


default onloading pic

4' di lettura

Scegliere la scuola giusta è fondamentale per chi intende perseguire una strada nell'ambito del food&beverage. E sempre più sono le possibilità offerte dal mondo della formazione: dalle Università agli istituti privati, dalle iniziative aziendali a quelle delle associazioni. Per iniziare a orientarsi ecco alcune proposte in diversi ambiti, appena inaugurate e che prenderanno avvio nei prossimi mesi.

A Roma l'Università Campus Bio-Medico lancia un nuovo corso di laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari e Gestione di Filiera con un percorso di studi che guarda al valore dell'alimentazione come risorsa centrale nella qualità della vita. Le discipline impartite metteranno al centro il cibo per il benessere della persona e per il rispetto dell'ambiente nell'ottica dell'economia circolare.

«Il corso punta a formare figure professionali con conoscenze scientifiche e tecnologiche nell'ambito della produzione, trasformazione, distribuzione, commercializzazione e somministrazione degli alimenti – spiega la professoressa Laura De Gara –. I nostri laureati in Scienze e Tecnologie Alimentari e Gestione di Filiera saranno in grado di gestire e controllare i processi di trasformazione a partire dalle materie prime ed effettuare analisi giuridico-economiche dei mercati e dell'innovazione sostenibile». L'iniziativa è promossa all'interno del progetto di Confindustria e Fondazione Matera Basilicata 2019 “Open Future delle imprese italiane”. Fino al 1° aprile l'Ucbm presenta nella città lucana la nuova articolazione di percorsi formativi attraverso incontri con le scuole, la popolazione e le istituzioni locali.

A

Milano Elior apre la “Food Academy”. Facilitatore di innovazione sostenibile, l'accademia si occuperà di analizzare e sviluppare nuove proposte nutrizionali per rispondere alle numerose richieste di benessere legate al food, partendo dall'analisi della materia prima, passando per lo studio di nuovi processi e tecniche di trasformazione degli alimenti con strumenti di alta tecnologia, soluzioni di risparmio energetico e non spreco, sino a far evolvere menu e proposte di servizio. Chiamerà a raccolta scienziati, nutrizionisti, clienti e fornitori per studiare i menù che alla salute e al benessere associno i bisogni di una nuova cultura del cibo a scuola, in ospedale, in azienda e in viaggio. Food Accademy ha sede nel Bodio Center (Milano) e ha come partner istituzioni scientifiche italiane e internazionali, professionisti nel mondo della nutrizione, tecnologi alimentari, università, chef stellati, associazioni. Il Gruppo Elior è leader in Italia nella Ristorazione Collettiva, serve nel nostro Paese oltre 108 milioni di clienti l'anno in più di 2.200 ristoranti e punti vendita attraverso 14.000 collaboratori. Opera in molteplici settori quali le aziende, le scuole, il socio-sanitario, le forze armate, i musei, e la ristorazione a bordo delle Frecce di Trenitalia.

Scuola e incubatore di startup
A Salerno dall'esperienza di FMTS Group, che opera nella formazione e ricerca di personale, e con la direzione scientifica di Enzo Vizzari, prende vita un progetto di formazione sotto la guida di chef stellati, esperti e docenti universitari. Formare cuochi, pasticceri, pizzaioli per farne ambasciatori del gusto italiano: questa è la mission di In Cibum, la nuova Scuola di Alta Formazione Gastronomica del Mezzogiorno d'Italia. Enzo Vizzari sarà il direttore scientifico, Cristian Torsiello, coordinatore didattico. La scuola permette di creare un canale d'accesso privilegiato al mondo del lavoro mettendo in contatto gli allievi con i grandi maestri della cucina italiana e internazionale. Cinque corsi stabili dedicati a giovani aspiranti cuochi (chef, chef internazionale, pasticceria, pizzeria, gelateria) e numerose masterclass rivolte a professionisti del settore, sono i punti cardine di un'offerta formativa realizzata da chef blasonati che faranno tappa presso la struttura di 4.000 mq che verrà inaugurata a inizio aprile a Pontecagnano Faiano (Sa). La Scuola di Alta Formazione Gastronomica In Cibum svolgerà anche la funzione di incubatore per chiunque desideri avviare un'attività imprenditoriale nel settore Food.

A Bari Ambasciatori del Gusto e l'Università LUM-Libera Università Mediterranea Jean Monnet hanno sottoscritto un accordo per ampliare l'offerta formativa per le nuove generazioni di professionisti e imprenditori per il comparto enogastronomico. La novità sarà l'attivazione di un percorso professionale per figure imprenditoriali nel campo dell'agroalimentare e dell'enogastronomia. Il corso sarà strettamente connesso al tessuto economico e produttivo del settore e teso a valorizzare e sviluppare competenze e professionalità necessarie e imprescindibili. Tra i molteplici obiettivi dell'accordo anche l'internazionalizzazione delle attività di ricerca e formazione, attraverso la partecipazione a progetti di ampio respiro.

A Foggia sono partite le iscrizioni per il Master di I Livello in Comunicazione dell'alimentazione sostenibile e della Dieta Mediterranea intitolato “FoodMeD.Com” e allestito dal Dipartimento di Scienze Agrarie, degli Alimenti e dell'Ambiente dell'Università degli Studi di Foggia. Attualmente è l'unico in Puglia, nell'ambito del proprio target didattico-formativo. L'obiettivo principale è «fornire gli strumenti necessari a costruire una figura professionale qualificata nell'ambito della comunicazione eno-gastronomica». Il Master avrà durata annuale, per un totale di 1500 ore con un minimo di 20 iscritti. Le domande di ammissione devono essere depositate online entro il 5 aprile p.v. Il costo è di 2500 euro.

A Padova l'Accademia delle Profesisoni Dieffe inaugura il Master IFTS “Arti Culinarie e Gastronomiche”. E' il primo percorso IFTS in Veneto in Alta Cucina e Management della Ristorazione e permette di conseguire un Certificato di Specializzazione Tecnica Superiore riconosciuto nell'UE. Il Master di 800 ore è suddiviso in 400 ore di lezioni frontali e 400 ore di tirocinio, durante la quale gli allievi avranno la possibilità di frequentare masterclass e incontri d'autore con chef ambassador di fama internazionale, che grazie alla loro esperienza, potranno trasmettere le loro conoscenze e mostrare la quotidianità del loro lavoro agli studenti. Prima lezione già fissata per il 3 giugno, nella sede di Noventa Padovana (Pd). La frequenza è in modalità full-immersion dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...