ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùReact-Eu

Lavoro: all’Italia 1,5 miliardi di fondi europei per l’occupazione nel Mezzogiorno

La Commissione Ue ha autorizzato un’altra tranche nell’ambito del programma straordinario della politica di coesione, React-Eu, varato durante la pandemia. Parte delle risorse destinata alla decontribuzione per donne e giovani

di Gi.Ch.

(Valeria Mongelli / Hans Lucas vi)

2' di lettura

La Commissione europea ha autorizzato l'erogazione di una tranche da 1,5 miliardi di euro parte del programma di sostegno straordinario React-Eu varato durante la pandemia, con l'obiettivo di sostenere l'occupazione e le competenze dei lavoratori. Le nuove risorse, che si aggiungono a 4,5 miliardi già erogati, serviranno soprattutto a finanziare la creazione di posti di lavoro nelle regioni del Mezzogiorno: 1,2 miliardi di euro sono destinati infatti alla riduzione del 30% dei contributi previdenziali dei lavoratori delle Pmi in Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna. Per ottenere gli aiuti, le imprese devono impiegare i lavoratori per almeno nove mesi dopo la presentazione della richiesta di riduzione.

Decontribuzione per il lavoro di donne e giovani

Un’altra quota importante del finanziamento ha l'obiettivo di sostenere l'occupazione delle donne e dei giovani: 139,1 milioni sono destinati a ridurre i contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro che nel corso del 2022 assumono persone di età inferiore a 36 anni con contratti a tempo indeterminato, una misura di cui si prevede usufruiranno oltre 48mila giovani; 88,5 milioni serviranno a ridurre (entro il limite di 6mila euro all'anno) i contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro che nel corso del 2022 assumono donne. Una misura, quest'ultima, di cui si prevede possano beneficiare più di 54mila donne. Alla formazione nel campo delle competenze verdi e digitali, infine, sono destinati quasi 280mila euro, provenienti dal Fondo nuove competenze, per compensare le ore durante le quali il personale partecipa a corsi di formazione (beneficiarie più di 5.700 imprese). «Queste misure aiuteranno le imprese e i lavoratori italiani a tenere il passo con un mercato del lavoro in rapida evoluzione» ha commentato Nicolas Schmit, commissario Ue per il Lavoro e i diritti sociali.

Loading...

Per la spesa c’è tempo fino a dicembre 2023

Tali risorse si aggiungono a 4,5 miliardi di euro erogati per un sostegno analogo nell’ambito del programma operativo nazionale “Sistemi di politiche attive per l'occupazione” finanziato dal Fondo sociale europeo (Fse), inizialmente proposto nel settembre 2021.Con l’approvazione di questi altri 1,5 miliardi l'Italia riceverà in totale 14,4 miliardi nell’ambito di React-Eu per stimolare la sua ripresa e incentivare gli investimenti nelle transizioni verde e digitale. Il termine ultimo di ammissibilità delle spese è il 31 dicembre 2023.I fondi REACT-EU integrano le risorse che l’Italia riceve nell’ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza per stimolare la ripresa economica dell’Italia dopo la pandemia.Nell’ambito di NextGenerationEU, React-Eu fornisce un'integrazione di 50,6 miliardi (a prezzi correnti) nel corso del 2021 e del 2022 a favore dei programmi della politica di coesione di tutti gli Stati membri per il periodo 2014-2020.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti