Aiuti alla crescita

Lazio Innova, con il Recovery risorse verso il raddoppio

Il presidente Tasco: «Nel 2022 i nostri fondi aumenteranno sensibilmente». Tra i settori interessati aerospazio e audiovisivo

di Andrea Marini

 Tra i settori di punta del Lazio

3' di lettura

Interventi a favore dell’audiovisivo, dell’aerospazio e dell’internazionalizzazione, a cui presto potrebbero aggiungersi interventi sulla mobilità sostenibile e l’economia del mare. Lazio Innova è la società della Regione Lazio, partecipata anche dalla Camera di Commercio di Roma (al 19,5%), che opera per l’innovazione e la crescita economica del territorio, e in particolare delle imprese del Lazio, attraverso incentivi, accesso agevolato al credito e rilascio di garanzie. Partecipa inoltre al capitale di rischio di startup e piccole e medie imprese, e fornisce anche servizi per l’internazionalizzazione e la promozione delle reti d’impresa. «Grazie alla programmazione 21-27 e ai fondi del Recovery plan, le risorse a nostra disposizione quest’ anno aumenteranno sensibilmente – spiega il presidente di Lazio Innova, Nicola Tasco –. Le cifre potrebbero anche raddoppiare», sottolinea.

Nel 2021, Lazio Innova ha attivato 123 milioni di euro di investimenti: 1.230 i beneficiari per 67 milioni di contributi, con i diversi bandi gestiti per conto della Regione Lazio a favore di micro, piccole e medie imprese, organismi di ricerca, startup, liberi professionisti e partite Iva. La società gestisce inoltre la Rete degli Spazi Attivi della Regione Lazio diffusi su tutto il territorio regionale. Negli ultimi 5 anni, la rete degli Spazi Attivi ha erogato 602mila euro per 103 premi tra call, challenge e contest su diversi ambiti del fare impresa per startup e innovatori. A questi dati si aggiungono 31.500 euro di premi erogati nell’ambito delle attività dei FabLab presenti all'interno degli Spazi Attivi.

Loading...

L’impegno di Lazio Innova si focalizza su uno dei settori di punta del territorio «che ha prospettive e numeri significativi», spiega Tasco: l’aerospazio. A partire dal bando Esa-Bic Lazio che ha l’obiettivo di sostenere lo startup nella new space economy attraverso l’avvio di imprese che intendono applicare conoscenze e tecnologie di derivazione spaziale in altri settori di attività o applicare nel settore spaziale tecnologie innovative sviluppate per il settore terrestre.

Lanciata dalla Regione Lazio tramite Lazio Innova, insieme con l’Agenzia Spaziale Europea (Esa) e l’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), ha già stanziato 500mila euro per il biennio 2016-2017 e 500 mila euro per il biennio 2018-2019. Ad agosto 2020 è stato sottoscritto il rinnovo dell’Accordo della Regione Lazio con Esa ed Asi che ha stanziato un ulteriore fondo da 1 milione di euro (finanziato al 50% dalla Regione Lazio e dall’Asi) per la selezione di ulteriori 20 progetti di startup space-tech per il periodo 2021-2023. La nuova edizione del bando è stata lanciata a marzo del 2021, con la selezione di cinque nuovi progetti di startup. Per il 2022 sono disponibili tre diverse scadenze (aprile, luglio, novembre) pubblicata sul sito di Lazio Innova.

Ma Lazio Innova ha puntato anche sul sostegno all’audiovisivo: la misura più nota è “Lazio Cinema International” che, con sei bandi già conclusi e il settimo in fase istruttoria, ha sostenuto a fondo perduto, con quasi 66 milioni di euro, la realizzazione di 159 coproduzioni internazionali (tra film serie Tv, documentari e serie animate), coinvolgendo 220 case di produzione estere in rappresentanza di 32 paesi. Tra questi ci sono Matteo Garrone, con il suo Pinocchio, e la serie tv Romulus.

Intanto, nella programmazione 2021-2027, la Regione Lazio, in collaborazione con Lazio Innova, tramite Laziolab, ha coinvolto anche a imprese e cittadini nella definizione di progetti che faranno da guida per i prossimi interventi sul territorio. Il principale elemento di novità, rispetto alla “Strategia 2014-2020”, riguarda l’introduzione di due nuove Aree di Specializzazione (AdS), Automotive e Mobilità sostenibile ed Economia del Mare, che si aggiungono alle sette già esistenti: Aerospazio, Scienze della vita, Beni culturali e tecnologie della cultura, Agrifood, Industrie creative digitali, Green Economy e Sicurezza.

«Stiamo puntando sempre più sul digitale – spiega Tasco – per poter fornire alle imprese canali più semplici per accedere ai nostri bandi». Lazio Innova ha sviluppato GeCoWEB plus, la nuova piattaforma telematica che semplifica le modalità per presentare domande di contributi per imprese, cittadini, enti pubblici e di ricerca.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti