LA CLASSIFICA DEL TASSO DI VIOLENZA GLOBALE

Le 50 città più pericolose al mondo

di Luisanna Benfatto


(Reuters)

1' di lettura

Londra capitale della violenza? Non scherziamo. Anche se in questi giorni, ha fatto scalpore la notizia che per la prima volta la capitale inglese sia diventata più violenta di New York (a parità di abitanti), i numeri dicono che il pericolo è soprattutto altrove e non nel Vecchio Continente.

A New York  ci sono ora 230 omicidi all’anno. A Londra da gennaio ci sono già state 30 vittime, soprattutto giovani (nell’ultima sparatoria avvenuta il 2 aprile è morta una 17enne). Ma se nella Big Apple si è riusciti a ridurre gli atti criminali con una politica di tolleranza, a Londra nella settimana dal 14 al 20 marzo hanno perso la vita ben otto persone, tutte sotto i 30 anni. Oltre all’aumento delle morti violente, a Londra sale però anche il rischio di rapina in casa che è sei volte più alto di New York, quello di essere derubato, una volta e mezzo, e quello di subire una violenza sessuale, tre volte in più.

Il dato inglese è senz’altro drammatico, ma il tasso più allarmante riguarda però altre zone del mondo. Nella classifica delle 50 città dove avvengono più omicidi in rapporto al numero degli abitanti, 17 sono brasiliane, 12 messicane e nessuna è europea.

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti