Itinerari d’arte. Oltre i Pirenei

3/6Idee e Luoghi

Le architetture di Isozaki e Calatrava hanno volto al Nervion

Da allora tanti architetti contemporanei hanno marchiato Bilbao. La star giapponese Arata Isozaki ha eretto due torri gemelle alte 82 metri che uniscono il Paseo de la Ría all'Ensanche. E' spuntata la Bilbao Arena che i progettisti Javier Pérez e Nicolás Espinosa hanno rivestito di pietre provenienti dalla miniera di Miribilla, mentre i tasselli della facciata imitano tutte le tonalità di verde degli alberi che c'erano nel quartiere. E poi ci sono i suoi iconici ponti: la pedonale Pasarela Pedro Arrupe assomiglia a una grossa libellula rivestita di legno, il puente Zubizuri arcuato, delicato e leggero asseconda gli stilemi classici del suo celebre autore Santiago Calatrava, mentre quello de La Salve o Príncipes de España è stato reso più contemporaneo grazie alla porta dell'artista francese Daniel Buren battezzata appunto L'arc rouge. La riconversione ha interessato persino i cantieri navali: nella Ribera de Abandoibarra è stato dunque ricavato un parco-giardino culturale dove si compie un itinerario tra le sculture di Tucker, Lüpertz e dei baschi Chillida, Garraza, Zugasti. Spettacolare è anche la Alhóndiga, un ex magazzino di inizio ‘900 trasformato in spazio interno ed esterno di arte contemporanea che Philippe Starck ha reimmaginato con vetri, colonne, porticati colorati, sciantosi, luccicanti.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti