risparmio sul web

Le authority tedesche alla banca online N26: «Servono più controlli»

di Isabella Bufacchi


default onloading pic
Marka

2' di lettura

Nessuna sanzione, nessun blocco della clientela come è accaduto per altri istituti. Ma su N26, la mobile bank operativa dal 2015 con offerta di servizi bancari e finanziari esclusivamente via cellulare, il faro della vigilanza si è acceso. BaFin, l’organo di supervisione tedesco, ha pubblicato ieri una decisione e ha chiesto a N26 di aumentare i controlli per garantire una protezione maggiore per contrastare il riciclaggio di denaro sporco . Sono state avanzate richieste specifiche: alcuni clienti dovranno essere re-identificati, il flusso della raccolta della documentazione dovrà migliorare, risolvendo un problema di transazioni sospese, irregolari o anomale, accumulate dal sistema IT. Non da ultimo, il personale dedicato all’antiriciclaggio dovrà essere potenziato.

La nota di N26

In una nota, N26 ha detto di prendere questa decisione BaFin «molto seriamente. Abbiamo già trovato un accordo con BaFin per quanto riguarda l’implementazione delle misure necessarie». Prima della pubblicazione di queste richieste, il team responsabile alla lotta contro le frodi, il riciclaggio e il finanziamento al terrorismo, aveva «già adottato le misure necessarie per migliorare le operazioni di prevenzione delle frodi e rispondere alle richieste di BaFin». N26 si è dichiarata «fiduciosa»: l’implementazione di tutte le misure richieste sarà effettiva prima della fine del tempo concesso dall’organo regolatore, è stato assicurato ieri dalla mobile bank, «abbiamo già processato il 90% di questi casi e contiamo di completare l’operazione entro la fine della settimana».

Le richieste della vigilanza tedesca

BaFin tuttavia guarda lontano. Sarà necessario, è stato puntualizzato nella decisione, «assicurare l’esistenza di personale adeguato e strutture idonee per rispettare gli obblighi imposti dalla legge contro il riciclaggio di denaro sporco». L’anno scorso il numero di impiegati di N26 è raddoppiato e la banca prevede di farlo crescere ulteriormente entro la fine di quest’anno, passando da 1000 a 1500 impiegati. N26, fondata in Germania nel 2013 da Valentin Stalf e Maximilian Tayen, ha raggiunto dal 2015 - anno di operatività a regime - ad oggi oltre 2,5 milioni di clienti in 24 Paesi e intende entrare presto nel mercato Usa.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...