Le auto più famose ispirate da Ferdinand Piech

7/12Mercato e Industria

Le auto più famose di Piech / Audi TT (1998)

Era il 1995 quando Audi, al Salone di Francoforte, presentò la concept car di una coupé sportiva compatta, inizialmente osteggiata dal management di Ingolstadt ma fortemente voluta e appoggiata da Ferdinand Piech. Ed essendo ben nota l'influenza di Piech all'interno del Gruppo tedesco, passarono tre anni e quella concept, senza alcun mutamento o quasi delle sue avveniristiche forme, entrò in produzione. Fu proprio il suo design, firmato Peter Schreyer, attuale capo del design di Hyundai-Kia, a decretarne un successo immediato. La prima generazione di TT fondeva, infatti, elementi stilistici presi dal passato con citazioni alle Auto Union da corsa, ma anche dell'arte Bauhaus degli anni venti a una modernità assoluta per via delle sue forme che esaltavano il dinamismo, primi fra tutti gli enormi passaruota per rimarcare l'importanza delle ruote. A livello tecnico la TT la cui sigla deriva dal motto Tradition und Technik prendeva le mosse dal pianale che il Gruppo VW impiegava già per Audi A3, VW Golf, Seat Toledo e Skoda Octavia, sebbene il passo fosse stato accorciato di parecchi cm per favorire l'handling: da 251 a 242 centimetri. La progettazione di un'Audi con linea sportiva e dalle prestazioni elevate, fu inizialmente osteggiata dai vertici Audi e i progettisti, con il solo appoggio del presidente Ferdinand Piech, nipote del leggendario F. Porsche, elaborarono il progetto di nascosto, nel Centro Design di Simi Valley, in California.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti