AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùCostruzioni

Le Borse scommettono sul piano Usa per le infrastrutture: acquisti sul settore costruzioni

Settore costruzioni e materiali acceso dal programma di interventi approvato dal Senato americano

di Andrea Fontana

Accordo al Senato Usa per maxi-piano su infrastrutture di Biden

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - L'approvazione da parte del Senato americano del piano infrastrutturale di interventi per quasi mille miliardi di dollari in cinque anni aumenta l'appeal dei titoli del settore costruzioni sui listini europei: con l'indice settoriale Stoxx600 Construction & Materials tra i pochi positivi di giornata, sono molte le società del comparto a mettersi in evidenza, in una seduta complessivamente debole per le Borse, a cominciare da Vinci ed Eiffage a Parigi e da Acs a Madrid. A Piazza AffariBuzzi Unicem è la migliore e va verso il quarto rialzo consecutivo, mentre sono vivaci ancheWebuild e Cementir.

Il piano Biden al test della Camera

Il piano prevede investimenti per 973 miliardi di dollari spalmati su cinque anni con una possibile estensione a 8 anni che porterebbe l'ammontare impegnato nei progetti fino a 1200 miliardi di dollari. Secondo lo schema ufficializzato a fine giugno, 400 miliardi sono destinati a investimenti base su trasporti e infrastrutture mentre gli interventi straordinari sono stimati in 579 miliardi di dollari divisi in 312 miliardi per i trasporti (109 miliardi per strade e ponti; 66 miliardi per le reti ferroviarie passeggeri e merci; 49 miliardi per il trasporto pubblico e 25 per gli aeroporti) e in 266 miliardi per altre infrastrutture tra cui reti energetiche (79 miliardi), banda larga (65 miliardi), reti idriche (55 miliardi). Anche se è stato annunciato come un piano di portata storica, il programma approvato dal Senato rappresenta un ridimensionamento rispetto ai 2300 miliardi del progetto iniziale e l'ampio dibattito intorno agli interventi non rendono totalmente scontato l'iter di approvazione alla Camera. Al Senato il via libera è arrivato con il voto di 69 favorevoli e 30 contrari e con il supporto di 19 repubblicani.

Loading...

Le quotate italiane che possono beneficiarne

"L`approvazione del piano da parte del Senato con il supporto dei repubblicani è una notizia positiva e un altro passo avanti importante verso l`approvazione definitiva del piano" osservano gli analisti di Equita Sim aggiungendo che i titoli delle società più esposte agli impatti positivi del piano sono Buzzi Unicem e Cementir nei materiali per la costruzione (generano in Usa rispettivamente il 57% e l'8% dell'ebitda guardando ai numeri del 2020), nelle costruzioni inoltre WeBuild, che in Usa ha quasi un terzo del suo fatturato, potrà essere tra i beneficiari. Anche Prysmian nelle infrastrutture per tlc e energia potrà avere impatti positivi. Allargando lo sguardo ad altri settori, per il broker possibili riscontri anche per Cnh Industrial, Interpump Group, Falck Renewables edEnell.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti