Punto Fisso

Le borse si fanno piccole, maneggevoli e attente a conservare solo l'essenziale

Pratiche, multifunzionali e soprattutto leggere. Per portare con sé solo l'indispensabile. È il momento di avere le mani libere

di Sara Semic

Borsa cintura in pelle e metallo, D’HEYGERE (280 €). Cintura LV PalmSprings in tela monogram, LOUIS VUITTON (880 €). Borsa Alpha Pad Nano in suede, PIERRE HARDY(395 €). Tutte le foto sono di Kenny Whittle.

3' di lettura

Lo scorso anno ho sostituito la mia pesante tote bag in pelle con le spaziose tasche di un piumino, per cui mi sono abituata a sentirmi leggera, comoda e, soprattutto, libera. La borsa – insieme a tutte le monete sparse, ai fazzoletti spiegazzati e a tutte quelle cose che tendono sempre a raccogliersi sul fondo – sembra un relitto della vita pre-pandemia. Per fortuna, ora gli stilisti offrono una gamma di contenitori minuscoli e chic per ognuno dei nostri piccoli e indispensabili oggetti quotidiani, e stanno riducendo le dimensioni delle borse, progettandole con proporzioni più ridotte.

Dolcevita in cashmere (1.750 €), pantaloni in lana e seta(1.200 €) e micro bag Saddle in pelle (1.900 €), tutto DIOR. Calze in filato di bambù, SUCCO (32 €). Mocassini in pelle, JOHNLOBB (1.410 €). Accessori, da sinistra, porta smartphone The Curve, ALEXANDER MCQUEEN(450 €). Borsa Mini Camera in pelle, LEMAIRE (490 €). Porta occhiali Smart in pelle, DEL'EP (145 €). In tutto il servizio, ear cuff Vice Versa in argento, D'HEYGERE (230 €). Bicicletta Urbanized Gents 52 Graphite, SMARTECH.

 

Loading...

«Tutte desideriamo portarci in giro meno cose», concorda Heather Gramston, responsabile degli acquisti womenswear da Browns Fashion. «Gli accessori si stanno evolvendo in questa direzione, per offrire una soluzione ad hoc per tutto quello di cui si può avere bisogno, sia una sacca portabottiglia per andare in palestra o una tasca in cui infilare solo carta di credito e rossetto». Dalla borsa portaborraccia in rafia intrecciata, con logo Fendi, a quella firmata Métier, in lino color sabbia con strap in pelle a contrasto, la ricca proposta di bottle bag si accorda alla sensibilità green anti-plastica e al desiderio di una nuova praticità. Lo stesso vale per Hermèsway, la mini bag porta smartphone di Hermès, appena presentata alle collezioni autunno/ inverno 2021, completa di tasca per carta di credito, vano portarossetto e speciale comparto per AirPods.

Polo in blend di seta (460 €) e girocollo in cashmere (260 €), tutto RAYE. Pantaloni in lana, JOSEPH (425 €). Accessori, dall'alto in senso orario, porta rossetto in pelle metal-free, GUCCI (250 €). Secchiello Balloon da portare al collo in pelle e ottone, LOEWE (550 €). Porta smartphone Hermèsway in pelle, HERMÈS (2.000 €). Porta AirPods in pelle e jacquard, AU DÉPART (295 €). Charm bag Pico Peekaboo in pelle, FENDI (750 €). Marsupio T Timeless in pelle, TOD'S (850 €). Sulla bici, porta borraccia in lino e pelle, MÉTIER (390 €). Borraccia in acciaio con sistema autopulente, LARQ (109 €).

 

I mini accessori Lemaire in pelle, che spaziano dalla borsa ispirata a una custodia per fotocamera con chiusura a forma di lente al portachiavi in pelle, appeso a un sottile cordoncino, possono essere indossati in molti modi e in diverse combinazioni: alcuni si portano a tracolla o appesi al collo; altri si possono infilare nel passante di una cintura. «Ci piacciono le borse che lasciano le mani libere e tutto quello che fa sentire leggeri: borse ergonomiche, tasche capienti, giacche leggere, scarpe soft», dicono i designer Christophe Lemaire e Sarah-Linh Tran.

Giacca in seta (1.480 €) e pantaloni coordinati (940 €), PETAR PETROV. Accessori, da sinistra, fotocamera YASHICA D della stylist. Mini tracolla in pelle trapuntata, CHANEL (4.200 €). Borsa Papillon in pelle, LOUIS VUITTON (1.950 €).

 

Sentirsi leggeri è bello, ma se non avete un assistente personale che trasporti in giro il resto delle vostre cose, sentirete probabilmente ancora il bisogno di una tote più capiente da usare tutti i giorni. Una soluzione è quella di portare diversi mini accessori contemporaneamente, indossandoli a strati come fossero gioielli, per essere sicure di avere tutto l'essenziale (incluso il piacevole tintinnio di catene, ganci e altre parti metalliche). Oppure si può optare per una piccola belt bag da infilare negli occhielli della cintura, come la pouch staccabile con zip di D'heygere. «Il compito di un accessorio è proprio quello di completare un outfit, quindi credo sia interessante dargli un'altra dimensione», dice Stéphanie D'heygere, il cui omonimo brand parigino offre accessori irriverenti ma funzionali, come la collana con ciondolo porta sigaretta elettronica e la cintura con fibbia-scomparto per accendino.

Dolcevita in cashmere (1.750 €), pantaloni in lana e seta(1.200 €) e micro bag Saddle in pelle (1.900 €), tutto DIOR. Calze in filato di bambù, SUCCO (32 €). Mocassini in pelle, JOHNLOBB (1.410 €). Accessori, da sinistra, porta smartphone The Curve, ALEXANDER MCQUEEN(450 €). Borsa Mini Camera in pelle, LEMAIRE (490 €). Porta occhiali Smart in pelle, DEL’EP (145 €). In tutto il servizio, ear cuff Vice Versa in argento, D’HEYGERE (230 €). Bicicletta Urbanized Gents 52 Graphite, SMARTECH.

 

La borsa che lascia le mani libere potrebbe sembrare una novità della nostra epoca, ma Lucia Savi, curatrice della mostra Bags: Inside Out , fino al 16 gennaio 2022 al Victoria and Albert Museum di Londra, mi racconta che le donne indossavano borse legate intorno alla vita ben prima che cominciassero a portarle sottobraccio. «Trovo molto interessante vedere oggi tutti questi accessori con catene e strap, da indossare a contatto con il corpo e utilizzabili con facilità», dice Savi, che indica la châtelaine dell'Ottocento come loro antenata. Questa sorta di catena portata attorno al punto vita, infilata in un gancio o in una spilla, fu disegnata nel XIX secolo per portare con sé tutti i piccoli arnesi domestici indispensabili – forbici, ditali, lenti di ingrandimento e piccoli taccuini. Il ditale e le forbici sono stati rimpiazzati dagli AirPods e dagli igienizzanti per le mani, ma il desiderio di una borsa che sia insieme pratica e decorativa, a cui si possa accedere facilmente e che consenta di muoversi liberamente, è rimasto immutato nel tempo.

Top trasparente, DROME (550 €). PantaloniJOSEPH (425 €). Top della modella. Accessori, dal basso, borsa cintura in pelle e metallo, D'HEYGERE (280 €). Cintura LV PalmSprings in tela monogram, LOUIS VUITTON (880 €). Borsa Alpha Pad Nano in suede, PIERRE HARDY(395 €).

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti