ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Borse, Piazza Affari fa il bis con i nuovi segnali positivi sull'inflazione Usa

I prezzi alla produzione americani calano per la prima volta da aprile 2020. Milano chiude a +0,7%. Euro in assestamento sopra 1,03 dollari. Spread in calo a 205 punti, sale il petrolio

di Paolo Paronetto

La Borsa, gli indici dell’11 agosto 2022

3' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Mercoledì 10 agosto i prezzi al consumo in rallentamento, giovedì 11 i prezzi alla produzione scesi per la prima volta da due anni e mezzo: negli Stati Uniti si susseguono i segnali incoraggianti sul fronte dell'inflazione e i mercati ne approfittano. Gli investitori sperano infatti che la Fed possa rallentare il ritmo della stretta di politica monetaria dando fiato all'economia. Piazza Affari, in particolare, ha bissato il rialzo della vigilia mettendo a segno un +0,69% sul FTSE MIB. Il bilancio è invece contrastato per le altre Borse continentali: alcuni rappresentanti della Federal Reserve hanno del resto già segnalato che la battaglia contro l'inflazione non è ancora vinta e che serviranno nuovi rialzi dei tassi di interesse. Tra i titoli milanesi a maggiore capitalizzazione, gli acquisti hanno premiato Amplifon, Telecom Italia e Tenaris. Realizzi invece su Bper e Pirelli & C, entrambe protagoniste di rialzi consistenti nelle ultime sedute dopo la pubblicazione dei conti semestrali.

Wall Street chiude debole e contrastata, con Dow Jones a +0,08%, lo S&P 500 a -0,07 e il Nasdaq a -0,58%.

Loading...
Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

A Piazza Affari salgono i petroliferi, Tim tra i migliori

A Milano bene Telecom Italia e i petroliferi. Eni e Tenaris tra i più vivaci, risale Saipem che si è aggiudicata tre nuovi contratti in Angola per 900 milioni di dollari complessivi.

Nel resto d'Europa spicca il gruppo assicurativo olandese Aegon dopo i conti trimestrali e l'acconto sul dividendo oltre le attese, mentre precipitano Sanofi e GlaxoSmithKline per i timori legate alle cause legali contro il farmaco Zantac.

Siemens perde 1,5 mld nel trimestre, Rwe alza le stime

Tra i big europei, Il gruppo industriale Siemens ha registrato una perdita netta di 1,5 miliardi di euro nel terzo trimestre del suo anno fiscale a causa di una svalutazione della contabilità mentre i ricavi e il margine operativo della sua attività di punta sono aumentati. Il gruppo prevede ora un utile per azione tra 5,33 e 5,73 euro nel 2021/22 invece di 8,70 e 9,10 euro della precedente stima. La società ha mantenuto le sue prospettive di crescita dei ricavi. Dopo un avvio debole, il titolo ha chiuso in progresso dello 0,68%. Il gruppo dell'energia Rwe ha riportato un ebitda adjusted di 2,858 miliardi di euro nel primo semestre con un utile di 1,566 miliardi e ha confermato la previsione di un ebitda adjusted di fine anno tra i 5 e i 5,5 miliardi con un utile compreso tra i 2,1 e i 2,6 miliardi. Il titolo è penalizzato dagli investitori sul DAX 40, dove ha perso quota anche il gruppo televisivo Prosiebensat (di cui Mfe-Mediaforeurope è primo azionista) dopo i conti e il taglio alla guidance sul 2022.

Euro in assestamento sopra quota 1,03 dollari

Sul mercato valutario, il dollaro ha recuperato in parte terreno dopo la sbandata della vigilia seguita alla pubblicazione del dato sull'inflazione. Un euro vale 1,0327 dollari da 1,0350 ieri in chiusura e 137,11 yen (da 138,26), mentre il rapporto dollaro/yen è a 132,75 (132,40). In risalita i prezzi del petrolio: il Brent ottobre guadagna l'1,48% a 98,84 dollari al barile, il Wti settembre sale dell'1,5% a 93,31 dollari. Il prezzo del gas naturale in Europa è in rialzo dello 0,5% a 206,5 euro al megawattora.


Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

Btp, spread scende a 205 punti

Sull'obbligazionario, chiusura in calo per lo spread tra BTp e Bund. Al termine degli scambi il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il pari scadenza tedesco si attesta a 205 punti dai 210 punti base del closing della vigilia. Sale leggermente, invece, il rendimento del BTp decennale benchmark che ha segnato un'ultima posizione al 3,02% dal 2,99% dell'ultimo riferimento registrato ieri.


Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave del giorno? Appuntamento quotidiano con la redazione Finanza e Risparmio che cura il podcast quotidiano “Market mover”. Ascolta il podcast
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti