ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Il rimbalzo di Wall Street sostiene l’Europa. A Milano (+0,14%) corre Nexi

Negli Usa rimane l'allarme sull'inflazione, ma intanto le richieste di sussidio alla disoccupazione si sono portate al livello più basso dal marzo 2020. In Italia assegnati Btp per 3mld. Bitcoin in caduta libera

di Eleonora Micheli e Stefania Arcudi

articolo aggiornato il 13 maggio alle ore 22.10

La Borsa, gli indici del 13 maggio 2021

5' di lettura

Seduta a doppia faccia per le Borse europee: dopo una prima parte della seduta da dimenticare, gli indici del Vecchio Continente hanno invertito la rotta e chiuso in rialzo seppur lieve, incoraggiati dal recupero di Wall Street, dove i titoli tecnologici hanno rialzato la testa. L’allarme sull’inflazione, che aveva scatenato le vendite sul mercato Usa la vigilia, è in parte rientrato, anche se gli investitori continuano a interrogarsi sull’andamento dell’indice dei prezzi nei prossimi mesi e sulle conseguenti mosse delle banche centrali. Anche il rendimento dei Treasury Usa ha ingranato la retromarcia (quello sui bond a dieci anni perde l’1,5% attestandosi all’1,67%). Intanto il dato sulle richieste americane di sussidio alla disoccupazione, tornate ai livelli del marzo 2020 ovvero ai livelli di inizio pandemia, ha certificato che Oltreoceano è in atto una robusta ripresa. Milano ha chiuso in rialzo dello 0,14%, anche se lo spread è peggiorato a 116,7 punti. Intanto crolla il Bitcoin (-10,5% a 50.071 dollari, ma è arrivato a perdere il 20%) dopo che Elon Musk, in un tweet, ha annunciato che non sarà più accettato come forma di pagamento per le auto Tesla.

Wall Street rialza la testa, occhi sul Nasdaq

Dopo le vendite delle ultime sedute, Wall Street rialza la testa. Il Nasdaq, tuttavia, è estremamente volatile: dopo aver guadagnato oltre l'1%, ha frenato l'andatura dimezzando i guadagni. Il Dow Jones è tornato al di sopra dell'importante soglia dei 34mila punti.

Loading...

In chiusura il Dow Jones guadagna l'1,29% a 34.020,98 punti, il Nasdaq lo 0,72% a 13.124,99 punti e l'indice S&P500 l'1,22%% a 4.112,43 punti.

Gli investitori continuano a interrogarsi sulle mosse della Fed, dopo che ieri è emerso che l'indice dei prezzi al consumo ad aprile si è infiammato del 4,2%. Tuttavia il vicepresidente della Federal Reserve, Richard Clarida, ha cercato di calmare gli animi: pur ammettendo di essere rimasto «sorpreso» dal dato sui prezzi al consumo, ha dichiarato di essere più preoccupato dal mercato del lavoro statunitense che dall'inflazione, ribadendo che l'attuale programma di acquisto di bond, a sostegno della ripresa, rimarrà al passo attuale finché l'economia non avrà registrato una crescita più significativa. Intanto è emerso che il numero complessivo dei lavoratori che ricevono i sussidi di disoccupazione – relativo alla settimana terminata il primo maggio, l'ultima per la quale è disponibile il dato – ha registrato un calo di 45.000 unità a 3,655 milioni di unità. Rimane però elevato il numero totale delle persone che ricevono gli aiuti dei vari programmi statali e federali, compresi quelli per l'emergenza Covid-19: nella settimana conclusasi il 24 aprile era di 16.855.264, in aumento di 696.152 unità dalla settimana precedente.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

A Piazza Affari sotto la lente le trimestrali, corre Nexi

A Milano A Piazza Affari sono ancora le trimestrali il filo conduttore: Nexii (+3,33%) e Prysmian (+2,76%) sono state le migliori del Ftse Mib dopo i conti con utile e fatturato in rialzo. Stesso discorso vale per Pirelli & C (+2,57%), che ha pubblicato ieri dati sopra le stime. Sul Ftse Mib si sono distinte in positivo ancheDiasorin (+2,44%) e Stmicroelectronics (+1,35%), con quest'ultima che trae vantaggio dal buon andamento dei tecnologici a Wall Street. Dopo la trimestrale, bene ancheA2a (+1,44%), con l'utile netto in rialzo del 21% e i ricavi in rialzo del 27%. Debole inveceAzimutt (-0,05%): nel trimestre il gruppo ha visto salire l’utile del 100% e ha riportato risultati record per quanto riguarda le commissioni ricorrenti, la raccolta netta e il patrimonio complessivo, ma il titolo ha pagato la giornata nel complesso negativa per il settore del risparmio gestito (Banca Generali -1,45%). Tra le peggiori performance del Ftse Minb è stata quella di Unicreditt (-1,88%), in una seduta in cui le banche si sono mosse a corrente alternata. In particvolare sono andate bene Mediobanca eBanco Bpm. Vendite sui titoli petroliferi (Eni -1,47%, Tenaris -2,27%), con la frenata del greggio in scia ai timori sulla domanda dell’India, terzo maggiore importatore di petrolio.

Debutto con il botto per Acquazzurra, premiata Tod's

Fuori dal listino principale, da segnalare l’exploit di Acquazzurra (+22,86%) nel giorno del debutto sull'Aim Italia (3,5 euro per azione il prezzo di offerta e 4,3 euro alla chiusura) e di Portobello (+7,9%), che ha siglato accordi vincolanti per la locazione di immobili con l'obiettivo dell'apertura di punti vendita a insegna "Portobello". A passo di carica anche Tod's (+6,43%), dopo i conti con ricavi in rialzo e analisti sorpresi soprattutto per il dato migliore delle stime sui ricavi retail. Anche Gefran (+6,1%) si è portata a livelli che non si vedevano da aprile 2019 dopo i conti del primo trimestre, che si è chiuso con un utile netto di 3,7 milioni (da 79.000 euro nello stesso periodo dell'anno scorso), grazie all'incremento delle vendite, e ricavi in rialzo del 19% a 37,4 milioni, con aumenti in tutti i settori. si sono distinte anche le azioni di Banca Ifis(+5,46%), visto che l'istituto ha visto l’utile passare da 10 a 20,1 milioni di euro e ha visto salire del 30% il margine di intermediazione, grazie alla “ripresa macroeconomica e alla progressiva normalizzazione del business Npl”. Tra le peggiori invece Conafi (-6,1%) eSanlorenzo (-5,57%).

BTp triennali per 3 mld, rendimento sale di 11 cent

Il Tesoro ha emesso la quinta tranche del BTp a 3 anni scadenza 15/04/2024 per 3 miliardi a fronte di una richiesta pari a 4,228 miliardi. Il rendimento è salito di 11 centesimi attestandosi a -0,06%. Collocata anche la prima tranche del nuovo BTp benchmark a 7 anni scadenza 15/07/2028: a fronte di richieste per 6,080 miliardi l'importo emesso e' stato pari a 4,5 miliardi mentre il rendimento si e' attestato allo 0,69%. Infine, la quarta tranche del BTp a 30 anni scadenza 01/09/2051 è stata assegnata per 1,75 miliardi a fronte di una domanda totale pari a 2,269 miliardi e ha spuntato un rendimento lordo del 2,06%. Il regolamento dell'asta cade sul prossimo 17 maggio.

Usa, volano anche i prezzi alla produzione

Negli Usa è sempre più allarme inflazione: dopo la corsa registrata dai prezzi al consumo e annunciata ieri, oggi è emerso che anche i prezzi alla produzione sono saliti più delle attese, mettendo a segno ad aprile un rialzo su base mensile dello 0,6% e su base annua del 4,1%. Calano invece le richieste di sussidio alla disoccupazione: nell'ultima settimana sono diminuite di 34mila unità portandosi a 473.000. Si tratta del miglior dato da inizio pandemia (14 marzo 2020).

Petrolio in frenata, euro stabile sopra 1,20 dollari

Dopo iu massimi segnati la vigilia, frena il valore del greggio, risentendo anche dei timori legati alla domanda dell’India, terzo maggiore importatore di petrolio. I future del Wti giugno scendono del 3,03% a 64,08 dollari al barile e il Brent luglio che cala del 2,73% a 67,43 dollari. Sul mercato valutario, dopo la fiammata di ieri del dollaro con l'inflazione americana, l'euro tiene e si attesta a 1,2073 dollari (1,2096 in avvio e 1,2074 ieri in chiusura).

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti