Il miracolo del Rione Sanità: la bellezza sotterranea di Napoli vista con i ragazzi della Paranza

3/12

Le catacombe, una storia millenaria sottoterra


default onloading pic
Catacombe di San Gennaro (foto di Enrico Caracciolo)

Le catacombe di San Gennaro, di San Gaudioso e di San Severo sono diventate la principale attrazione della città. Affidate alla Paranza, grazie all'intercessione dell'Arcidiocesi di Napoli e del parroco della basilica di Santa Maria della Sanità don Antonio Loffredo sono in genere le prime tappe della visita al Rione: 130mila ingressi nel 2018. Tutto è partito con un bando indetto da Fondazione con il Sud ed è continuato con il supporto dell'associazione L'Altra Napoli Onlus. È questa la storia millenaria che vive sottoterra. Cento scalini e si è in quello che originariamente era un sepolcro. Le catacombe di San Gennaro sono state ampliate intorno alla Basilica di Sant'Agrippino (IV sec. d.C.). Il suggestivo impianto di illuminazione è stato realizzato dall' Officina dei Talenti, una cooperativa di giovani della Sanità, che ha utilizzato la tecnologia Led per preservare il patrimonio pittorico e musivo.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...