AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùpiazza affari

Le fette Buitoni debuttano su Star, Newlat oscilla su 5,8 euro

L'arrivo a Piazza Affari della matricola che commercializza le fette biscottate Buitoni, la pasta Delverde e il latte Polenghi è un piccolo successo dopo la marcia indietro di Ferretti e Rcf. Nel capitale presenti sia Carlo De Benedetti, sia il figlio Rodolfo. Il ricavato complessivo derivante dal collocamento istituzionale è pari a circa 70,5 milioni

di Eleonora Micheli


default onloading pic

2' di lettura

Debutto stabile per Newlat, la società dell'agro-alimentare italiano della famiglia Mastrolia che commercializza le fette biscottate Buitoni, la pasta Delverde e il latte Polenghi. I titoli oscillano attorno a 5,8 euro, il prezzo del collocamento. Prezzo che è stato fissato al minimo della forchetta inizialmente stabilita tra 5,80 euro e 7,30 euro.

L'operazione di Ipo non è stata affatto facile, visto che Newlat ha dovuto allungare anche il periodo di offerta. D'altra parte si tratta di un piccolo successo alla luce dei flop delle scorse settimane delle matricole Ferretti e Rcf che all’ultimo hanno dovuto annullare il processo di quotazione.
In fase di collocamento le azioni della matricola dell'agroalimentare sono state sottoscritte dai principali fondi di investimento. In più, come rivelato dal Sole 24 Ore, hanno puntato una fiche sull'azienda sia Carlo De Benedetti, sia il figlio Rodolfo, di recente contrapposti invece nella vicenda di Gedi.

Nel dettaglio da indiscrezioni risulta che avrebbe investito una piccola quota in fase di Ipo Decalia Asset Management, società che vede tra gli amministratori Rodolfo De Benedetti, presidente di Cir. In più la Romed del padre Carlo ha comprato azioni per 500mila euro. Una cifra simbolica per l'Ingegnere, forse in onore del passato: De Benedetti era stato proprietario della Buitoni dal 1984, quando aveva battuto l’offerta della francese Danone, al 1988, quando l’aveva rivenduta alla multinazionale svizzera Nestlè, assieme allo storico stabilimento di San Sepolcro. Il gruppo elvetico è tutt’ora proprietario del brand Buitoni, ma ha siglato un contratto di licenza con Newlat, a cui è stato ceduto anche l’impianto di produzione di San Sepolcro.

In Borsa la società della famiglia Mastrolia capitalizza circa 230 milioni di euro. La quotazione è avvenuta completamente con un aumento di capitale, ossia la famiglia proprietaria non ha venduto azioni. Il ricavato complessivo derivante dal collocamento istituzionale riferito al prezzo di offerta e al netto delle commissioni riconosciute nell’ambito del collocamento istituzionale, senza tener conto dell’esercizio dell’Opzione Greenshoe, è pari a circa 70,5 milioni.

In occasione della cerimonia di quotazione il presidente, Angelo Mastrolia, ha detto: «Newlat Food è orgogliosa di avere tra i propri soci i più importanti investitori istituzionali italiani ed esteri con i quali è convinto di poter condividere un percorso di crescita e di creazione di valore del gruppo attraverso un processo di aggregazione del Food Italiano ed Europeo».

Borsa Italiana ha ricordato che Newlat rappresenta la prima ammissione sul segmento Star nel 2019. «Siamo lieti di dare il benvenuto sul segmento Star di Borsa Italiana a Newlat Food, i cui prodotti sono punto di riferimento nel mercato agroalimentare - ha commentato Barbara Lunghi, responsabile Primary Markets di Borsa Italiana - Riteniamo che attraverso la quotazione la società potrà raccogliere le risorse necessarie a sostenere gli ambiziosi progetti di crescita e a consolidare il proprio posizionamento competitivo. Siamo certi che Newlat Food trarrà vantaggio dall’operazione in termini di sviluppo, visibilità e leadership nel proprio settore».

Equita , Hsbc e Société Générale hanno agito in qualità di Joint Global Coordinator e Joint Bookrunner. Equita è anche Sponsor.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...