La manovra delle retromarce: i 15 dietrofront in 80 giorni

3/7Politica Economica

LE MARCE INDIETRO DEL GOVERNO / Flat tax e partite Iva

default onloading pic
(© EKA)

L'opposizione dei Cinque Stelle ha determinato lo stop anche alla stretta su partite Iva e regimi forfettari: il ministero dell'Economia aveva lavorato a un giro di vite per restringere la platea dei beneficiari con reddito fino a 65mila euro della flat tax al 15%, ma Di Maio aveva puntato i piedi, recuperando lo spirito di paladino dei “piccoli” imprenditori, artigiani e commercianti, definiti «la classe operaia dei giorni d'oggi». Il risultato è che sono rimasti soltanto due vincoli: i compensi da lavoro dipendente cumulati non dovranno superare la soglia dei 30 mila euro e le spese per il personale dipendente o per i collaboratori non dovranno essere superiori a 20mila euro.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti