La fotografia delle Camere

Le migrazioni in Parlamento: in 46 hanno cambiato casacca più di una volta

Il senatore Marilotti si è spostato cinque volte. Otto i parlamentari che hanno vestito almeno tre “maglie” diverse. Da inizio legislatura i cambi di Gruppo sono stati oltre 250: solo tra maggio e aprile di quest’anno si sono verificati 31 “trasferimenti”

di Marco Rogari

Riforme, la proposta di Martelli: "Unifichiamo Camera e Senato"

2' di lettura

È stato eletto nel Movimento Cinque stelle, ma poi ha cominciato a migrare a Palazzo Madama da un gruppo all'altro cambiando ben cinque volte destinazione. Gianni Marilotti (sardo, 68 anni a luglio) l'11 novembre 2020 è passato al Gruppo Misto, poi, in rapida successione, alla formazione parlamentare “Per le Autonomie” e agli Europeisti; il 26 gennaio di quest'anno è tornato al “Misto” per poi approdare il 30 marzo al Gruppo del Pd. Spetta a lui la guida ideale di quella che qualcuno ha definito la pattuglia dei parlamentari “migranti”: i 46 deputati e senatori che alla fine di maggio risultavano aver cambiato casacca per più di una volta.

Otto parlamentari hanno cambiato “maglia” almeno tre volte

Dall'inizio della legislatura al 31 maggio scorso sono otto, come conferma anche l'ultima rilevazione di Openpolis, i parlamentari che hanno cambiato Gruppo almeno tre volte. Tra questi, oltre a Marilotti, Mariarosaria Rossi, che era annoverata tra i “fedelissimi” di Silvio Berlusconi, transitata a Palazzo Madama da Forza Italia agli Europeisti e poi al Misto, e l'ex comandante Gregorio De Falco, che aveva fatto il suo ingresso al Senato nella file dei Cinque stelle.

Loading...

Soltanto tra aprile e maggio 31 “trasferimenti”

In soli due mesi, tra aprile e maggio 2021, sono stati 31 i deputati e i senatori che hanno mutato collocazione all'interno delle Aule parlamentari. E anche per effetto della nascita di “Coraggio Italia”, la formazione politica del tandem Luigi Brugnaro-Giovanni Toti che ha costituito un autonomo Gruppo alla Camera, 11 sono stati i parlamentari “fuoriusciti” da Forza Italia, dove però a Montecitorio è rientrata Renata Polverini (precedentemente passata al Misto).

Da inizio legislatura 259 “cambi di casacca”

In poco più di tre anni di legislatura i cambi di gruppo sono stati addirittura 259: come emerge anche dalla fotografia scattata da Openpolis, 171 sono quelli “andati in scena” a Montecitorio , che hanno visto protagonisti 138 deputati (alcuni con passaggi multipli). Al Senato, invece, le “migrazioni” sono fin qui state 88 e hanno coinvolto 65 senatori.

Oltre 90 i parlamentari in fuga dai Cinque stelle

La formazione più colpita dal fenomeno della “migrazione parlamentare” è quello dei Cinque stelle. Alla fine di maggio erano 93 gli eletti nel Movimento che risultavano trasferiti in altri gruppi: quasi due terzi alla Camera (60) e il resto (33) al Senato. A fare i conti con le “porte girevoli” delle Camere sono stati anche Forza Italia (37 “transfughi”) e il Partito Democratico con 31 uscite innescate in gran parte dalla nascita, già all'inizio della legislatura, di Italia Viva.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti