Dalla Rc auto familiare alle concessioni: le misure del Milleproroghe dopo l’ok della Camera

10/10Politica Economica

Le misure del decreto Milleproroghe / Aiuti alle aziende in crisi, a partire dall'ex Ilva

default onloading pic
(Gaetano Lo Porto / AGF)

Tra le modifiche approvate nel passaggio alla Camera c'è l'intervento del governo per garantire una serie di interventi di sostegno al reddito per i lavoratori di aziende in crisi. Si tratta, nello specifico, della proroga della Cassa integrazione straordinaria per i lavoratori ex Ilva (per uno stanziamento di 19 milioni per il 2020) e di un intervento per i call center (con una integrazione delle indennità per un massimo di 20 milioni nel 2020). Prevista anche la Cigs per un anno per le imprese che si trovano nelle aree di crisi industriale in Campania e Veneto, e mobilità in deroga per le aree Venezia-Porto Marghera e altre della Campania. Su altre norme importanti c'è stata anche un voto bipartisan. Per esempio tutti i gruppi hanno votato per l'emendamento che riporta in capo alle Regioni l'intero gettito del bollo auto riscosse sul loro territorio: una norma che recepisce un accordo della Conferenza Stato-Regioni. Un'altra novità riguarda il mercato dell'energia elettrica: il mercato tutelato per le imprese terminerà nel 2020, mentre per le microimprese e gli utenti domestici il superamento rimane fissato al gennaio 2022.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti