ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEconomia

Le misure di Regione Lombardia per le imprese hanno generato oltre mezzo miliardo di investimenti

L’assessorato allo Sviluppo Economico ha stanziato risorse a fondo perduto per quasi 196 milioni di euro, stimolando il territorio con un effetto moltiplicatore di oltre due volte e mezzo il contributo pubblico

di Flavia Carletti

(Matteo Ceruti - stock.adobe.com)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Le risorse economiche a fondo perduto stanziate per le aziende lombarde dall’assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Lombardia guidato da Guido Guidesi ammontano a 195.781.952,89 euro. Tali contributi sono stati in grado di stimolare ulteriori investimenti per 534.439.668,57 euro da parte delle imprese, con un moltiplicatore di oltre due volte e mezzo il contributo pubblico. «Bisogna sostenere le imprese, con tutte le risorse economiche a disposizione e con strumenti concreti, perché sono le imprese le uniche a creare lavoro, quindi sostenendo le imprese si sostiene il lavoro», ha dichiarato l’assessore Guidesi, basando questo approccio sull’ascolto, sulla continua collaborazione tra la Regione e il “sistema lombardo” e sul confronto continuo e costruttivo con le imprese e le associazioni di riferimento per un sano rapporto pubblico-privato. E, anche in un contesto geopolitico drammatico, i dati lombardi sono ancora positivi e rassicuranti come si evince dall’ultima analisi di Unioncamere relativa all’andamento della manifattura nel secondo trimestre dell’anno. La produzione industriale lombarda registra +1,6% rispetto al primo trimestre 2022 e la variazione tendenziale sullo stesso trimestre dell’anno scorso è pari a un solido +7,4 per cento.

Da "Credito Adesso Evolution" i maggiori contributi

Guardando nel dettaglio i numeri, emerge che i contributi maggiori sono arrivati dalla misura “Credito Adesso Evolution” con 37.403.069,56 milioni di euro. Lo strumento è stato attivato in piena emergenza sanitaria per sostenere Pmi, liberi professionisti e studi associati per superare la fase di difficoltà, garantendo l’accesso al credito e la liquidità in tempi rapidi e riducendo il pricing dei finanziamenti del 3%, con un massimo di 70mila di finanziamento. Altra misura apprezzata dalle aziende è stata quella della patrimonializzazione: in questo caso le risorse arrivate sul territorio, al momento, ammontano a 18.680.589,09 di euro. Si tratta di uno strumento innovativo, fortemente voluto dall’assessore Guidesi, che ha l’obiettivo di sostenere le imprese che vogliono rafforzare la propria struttura patrimoniale e rilanciare la propria attività. Quest’ultima risultata essere anche la misura che è riuscita a creare il maggior indotto sul territorio grazie al moltiplicatore generato di ben sette volte il contributo economico regionale. Gli interventi hanno interessato praticamente tutti i settori: il credito, la transizione ecologica, la trasformazione digitale, l’innovazione, il rafforzamento delle competenze e la competitività, l’internazionale fino ad arrivare all’attrattività.

Loading...

Le misure attualmente aperte sono 15

Attualmente sono 15 le misure aperte (per tutte le informazioni è possibile consultare il sito www.imprese.regione.lombardia.it) e a queste si andranno ad aggiungere, da settembre, nuovi strumenti per un totale di 325 milioni di euro e, per la prima volta in Italia, ci sarà una programmazione, una calendarizzazione delle misure fino al 2024. Questo consentirà alle imprese di poter realizzare una migliore e più efficace valutazione dei loro investimenti e una importante pianificazione strutturata nel tempo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti