Dalla sugar tax a quota 100, tutte le misure a rischio della manovra. Dombrovskis: chiederemo chiarimenti

5/8Politica Economica

Le misure a rischio / Malumori M5S su stretta partite Iva: si cambi


default onloading pic
(Fotolia)

Non piace al Movimento 5 stelle nemmeno la stretta sulle partite Iva prevista in manovra. Il progetto di ritorno al calcolo analitico al posto della forfettizzazione dei costi nel regime di flat tax al 15% sta sollevando tante polemiche tra i professionisti. Secondo i pentastellati, i limiti di reddito e di detrazione delle spese penalizzerebbero troppo gli autonomi per i quali è previsto il regime forfettario al 15% fino a 65mila euro. La richiesta sarebbe quella di modificare le norme delineate nel Documento programmatico di bilancio inviato all'Ue. Il confronto è aperto. Il viceministro all'Economia del Pd, Antonio Misiani, ha spiegato che «la manovra 2020 ridimensiona la flat tax per le partite Iva in ragione del principio di progressività» del prelievo Irpef. Posizione diversa quella delineata dall'altro viceministro a via XX Settembre, Laura Castelli: secondo la pentastellata l'addio al forfait «non produce maggior gettito secondo la relazione tecnica» e in quanto tale «non è scolpito nella pietra». Inoltre, ha aggiunto Castelli, «è una proposta del ministro Gualtieri, di cui si discuterà in maggioranza».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...