Da Sace a Cdp Immobiliare, Cdp rinnova i vertici e premia le risorse interne

9/10Politica

Le nomine della galassia di Cdp/Il Fondo nazionale per l'innovazione accende i motori: alla guida arriva Enrico Resmini, Bria verso la presidenza

default onloading pic
Nella foto a sinistra Francesca Bria strategia digitale a destra Enrico Resmini partner di EY

L'obiettivo e la potenza di fuoco non sono da poco: sostenere, grazie al miliardo di euro di dotazione finanziaria, le aziende e le start up innovative e strategiche in Italia sfruttando lo strumento del venture capital. E, per centrare la sfida, la Cdp ha deciso di arruolare Enrico Resmini, attualmente partner di EY, ma con un passato in Vodafone Italia dove è stato presidente della fondazione oltre che direttore Ultrabroadband, Wholesale and Strategy con il compito, tra l'altro, di portare avanti i piani di trasformazione aziendale, l'evoluzione della banda ultralarga e l'offerta wholesale. Alla presidenza del nuovo Fondo, espressa però dall'altro socio (Invitalia), dovrebbe invece arrivare Francesca Bria, esperta di strategia digitale, tecnologia e politica dell'informazione, nonché chief technology e digital innovation officer per la città di Barcellona. Insieme a Resmini, la Cdp ha poi indicato nel cda Di Stefano, Marco Bellezza, Isabella De Michelis di Slonghello, Lucia Calvosa e Antonio Margiotta, mentre, per conto di Invitalia, dovrebbero entrare nel board Salvo Mizzi e Andrea Cardamone. Nel collegio sindacale, invece, sono stati designati come sindaci effettivi Giovanni Sanga, Edoardo Fanucci e Cristina Nannerini, mentre Invitalia dovrà esprimere il presidente e un sindaco supplente.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti