Da Sace a Cdp Immobiliare, Cdp rinnova i vertici e premia le risorse interne

7/10Politica

Le nomine della galassia di Cdp/Per la presidenza di Sia la spunta Lovadina

default onloading pic
Nella foto Federico Lovadina presidente Toscana Energia

Con l'uscita dall'azionariato di F2i, Hat, Intesa e UniCredit, è cresciuto il peso di Cdp nella società di pagamenti digitali dal momento che la spa di Via Goito detiene ora direttamente (tramite Cdp Equity) il 25,6% del capitale e il 57,5% indirettamente (attraverso il veicolo Fsia Investimenti, partecipato per il 70% da Fsi Investimenti e per il 30% da Poste Italiane). E, per il vertice, la Cassa ha proposto la candidatura di Federico Lovadina alla presidenza al posto di Giuliano Asperti: avvocato, già consigliere di Ferrovie dello Stato e ora nel board di Prelios, è attualmente presidente di Toscana Energia. Ad accoglierlo troverà l'ad Nicola Cordone e il vice presidente Massimo Sarmi, l'ex numero uno di Poste. Con lui entreranno nel cda anche Fabio Massoli (il capo della Finanza di Cdp), Andrea Pellegrini, senior advisor di Cdp, Carmine Viola e Andrea Cardamone. Per il collegio sindacale, invece, i candidati sono Mariangela Brunero (presidente), Luigi Soprano come membro effettivo e Franca Brusco in qualità di supplente.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...