Prescrizione, ecco le posizioni di maggioranza e opposizione

2/8Politica

Le posizioni sulla prescrizione /Il passo avanti del pentastellato Bonafede

(ANSA)

In occasione del vertice di Palazzo Chigi di giovedì 6 febbraio il ministro della Giustizia, il pentastellato Alfonso Bonafede, ha fatto un passo nella direzione delle altre forze di Governo. Bonafede e con lui il Movimento hanno accettato la proposta di Leu, a sua volta sostenuta dal Pd. In base alla proposta, il blocco della prescrizione scatterà dopo la condanna in primo grado e diventerà definitivo dopo una seconda condanna in appello. «Abbiamo fatto otto vertici - ha spiegato il Guardasigilli -: ora si va in Cdm su quel testo».

Nelle ultime ore ha perso quota l’ipotesi di ricorrere a un decreto legge da portare sul tavolo del Consiglio dei ministri, mentre si è rafforzato lo scenario che assegna a un emendamento al decreto Milleproroghe il compito di formalizzare l’accordo faticosamente raggiunto da M5S, Pd e Leu (dal quale ha invece preso le distanze Italia Viva).

Secondo quando sottolineano fonti della maggioranza la decisione sull’emendamento dovrebbe essere presa in occasione di un Consiglio dei ministri che potrebbe essere convocato nelle prossime ore, e che si dovreebbe tenere l’11 febbraio.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti