Infortuni e danni in condominio: come mettersi al riparo dai risarcimenti

5/11danni in condominio

Le ricadute penali e i lavori preventivi

default onloading pic
(FOTOGRAMMA)

La situazione può complicarsi se la parte lesa è direttamente una persona, perché il responsabile può essere perseguito personalmente in sede penale per lesioni, omicidio colposo o altro. L’amministratore, quindi, può essere perseguito per violazione della posizione di garanzia che gli compete secondo l’articolo 40, comma 2, del Codice penale. Anche perché e tenuto a «compiere gli atti conservativi relativi alle parti comuni dell’edificio», a maggior ragione se gli interventi hanno carattere d’urgenza, come nel caso di un cornicione pericolante. In casi simili, dove anche una minima perdita di tempo può risultare decisiva, l’articolo 1135 del Codice civile consente infatti al professionista di procedere direttamente con i lavori di manutenzione straordinaria senza l’autorizzazione dell’assemblea, che dovrà essere informata della decisione alla prima seduta utile.
Per evitare rischi e garantire l’incolumità di condòmini e terzi, l’amministratore deve quindi agire tempestivamente, facendo transennare l’area pericolosa e mettendo in sicurezza la porzione di edificio pericolante. Naturalmente ciò non autorizza l’amministratore a ordinare il rifacimento della facciata senza preventiva delibera assembleare

Riproduzione riservata ©

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...