Coronavirus, le ricette di 14 Paesi Ue contro la crisi economica

5/15Politica Economica

Le ricette economiche Ue contro il coronavirus / La Germania

(AFP)

Il 23 marzo, il governo tedesco ha annunciato il via libera a uno stanziamento di 156 miliardi di euro per finanziare nuovi prestiti. Stando alle indicazioni fornire dal ministro delle Finanze tedesco Scholz, 35 miliardi copriranno le perdite attese nel gettito fiscale; 122 miliardi saranno impiegati per fornire sostegno al sistema sanitario e a quello economico. Cinquanta miliardi di euro andranno a sostegno delle Pmi, dei lavoratori autonomi e di quelli che operano nel settore della cultura.

Inoltre, il governo tedesco ha dichiarato che avrebbe istituito un fondo da 500 miliardi per l'acquisizione di quote di società che operano in settori strategici, se necessario, per scongiurare situazioni di bancarotta o acquisizioni da parte società estere. Potrebbero essere utilizzati altri 100 miliardi di euro per rifinanziare i programmi di aiuti di Stato esistenti. Il governo tedesco ha comunicato alcune misure alla Commissione europea.

Tra queste, un programma che copre fino al 90% del rischio di prestiti destinati ad aziende di tutte le dimensioni. I prestiti ammissibili possono avere una scadenza fino a 5 anni e possono raggiungere l'importo di 1 miliardo di euro per azienda, a seconda delle esigenze di liquidità.

Nel pacchetto anche un programma di prestiti che vede il coinvolgimento di KfW e di istituti di credito privati: una sorta di consorzio per coprire finanziamenti più ingenti. In questo caso il rischio assunto dallo Stato può coprire fino all'80% del prestito ma non più del 50% del debito totale di una società.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti