Pantaloni

Le sfumature PT Torino sui tessuti iper tecnici

Focus su colore e fibre nobili; in arrivo il partner per il mercato cinese

di Filomena Greco

default onloading pic
Modelli storici, come il Gentleman e il Rebel, reinterpretati con tessuti preziosi come la resca di seta bottonata

Focus su colore e fibre nobili; in arrivo il partner per il mercato cinese


2' di lettura

È il colore il protagonista assoluto della proposta autunno inverno 2020 di PT Torino. Colore frutto di una ricerca destinata alla collezione uomo la cui ispirazione è arrivata dalla Mongolia e dalle Ande. Tinte sature, colori carichi come il rosso, il blu,il verde e l’arancio, in tinta unita o declinate in macro-fantasie. Un mix che è garanzia di grinta e grande personalità.

Anche per la prossima stagione invernale PT Torino continua il lavoro di ricerca sui tessuti. Il focus, in particolare, è sulle fibre nobili come la resca di seta bottonata, il cotone mano velour e la lana tinto capo. Proposte a cui si aggiunge un mix di cotoni, tricotine fini, micro-vellutini e un jacquard floreale. «Crediamo molto nel colore – sottolinea l’ad Edoardo Fassino – oggi è una tendenza forte, noi abbiamo voluto interpretarlo in maniera coerente con la stagione invernale e con una particolare attenzione alle sfumature di colore». Quanto invece ai tessuti, è stato fatto un lavoro particolare per garantire performance tecniche a materiali come seta e lana. Nasce così la proposta di lana lavabile, termoregolabile e stretch. «Abbiamo privilegiato l’aspetto functional del prodotto e abbiamo sperimentato mescole e combinazioni nuove» commenta ancora Fassino.

Il brand torinese ripropone i modelli storici che comprendono tutta la famiglia del Gentleman – il pantalone a vita alta dalla costruzione impeccabile – e due variazioni del Rebel, il nuovo fit leggermente carotato a lunghezza caviglia con la vita abbassata e la gamba morbida.

PT Torino è reduce da un’attività di rebranding avviata circa sei mesi fa. «Siamo molto soddisfatti – sottolinea l’amministratore delegato – perché la rete commerciale ha colto positivamente il nostro sforzo di rendere il brand sempre più contemporaneo. Ora il vero riscontro si avrà nei negozi, direttamente con i clienti, con la collezione primavera-estate 2020, disponibile tra qualche mese».

Il mercato nel 2019 regge e non registra segni meno, attestandosi sui livelli del 2018. Gli Stati Uniti, in particolare, crescono nell’ultimo trimestre di quasi il 30%, a quota 3,6 milioni di dollari di ricavi. Nei primi nove mesi dell’anno il fatturato ha registrato una crescita dello 0,4% a 24,8 milioni di euro e Ebitda margin al 24,2%. «Guardiamo con interesse alla Cina – anticipa Fassino – abbiamo in corso diversi contatti con possibili partner, nei prossimi sei mesi concluderemo».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...