ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùGadget

Le soundbar si sono evolute e vogliono conquistare il centro del salotto di casa

Il “piccolo schermo” è sempre più grande e sottile. Se volete migliorare il “suono” ecco i gadget intelligenti per trasformare il salotto in una sala cinema dove si può anche ascoltare musica

di Luca Tremolada

3' di lettura

Sei tra i fortunati che hanno potuto accedere al bonus tv. O ha comunque cambiato televisore da qualche anno spendendo alcune, anzi, diverse centinaia di euro. Probabilmente è più sottile e più grande di quello che ti saresti aspettato. Il negoziante ti ha assicurato che è 4k (o Ultra Hd) tra i più economici della sua gamma. Lo accendi, ti metti comodo in poltrona o sul divano e non passerà molto che ti ritroverai ad abbassare velocemente il volume quando la musica sale con il cambio di scena e rialzare altrettanto velocemente quando iniziano i dialoghi. Sulla risoluzione niente da dire, resterete a bocca aperta ma il suono dei televisori più economici lascia davvero molto a desiderare.

Il motivo è presto detto: gli schermi sono sempre più piatti e c'è sempre meno spazio per inserire nelle cornice degli speaker. Il suono richiede spazio. I televisori più costosi, da migliaia di euro, superano a fatica una potenza di 100 Watt. Quelli di fascia bassa di solito dispongono di due altoparlanti da 10 Watt ciascuno. Se chiedete a un audiofilo vi dirà che sotto i 200 Watt non “c'è vita” e non ha senso mettere mano al portafoglio. Chi è meno ambizioso si accorgerà di una cambiamento sonoro consistente anche sopra i 100 Watt.

Loading...

Le cifre non sono importanti. Con meno di cento euro si raggiunge lo scopo a patto di accontentarsi di una soundbar economica. Fino a pochi anni fa l'alternativa era quella di configurare un sistema audio surround completo 5.1, che vuole dire piazzare diffusori alle vostre spalle agli angoli della stanza. Resta la scelta giusta per chi vuole ricreare un effetto cinema nel proprio appartamento. Ma attualmente la strada più semplice e meno costosa resta quella di affidarsi appunto a una soundbar.

Come suggerisce il nome si tratta di una barra da collocare sul mobile tv o appese al muro. Contengono più altoparlanti, si parte da due per arrivare a una decina. Sono facili da installare, generalmente hanno due cavi: l'alimentatore e quello per connetterlo al televisore. Di solito c'è sempre la porta Hdmi e un ingresso ottico. Ma alcune possono essere collegate al televisore via Bluetooth. In alcuni casi svolgono la funzione di hub, nel senso che possono aggiungere e gestire altri elementi per la diffusione del suono. In questo modo il suono viene direzionato a destra, a sinistra e al centro e può comunque essere sincronizzato con diffusori aggiuntivi alle vostre spalle.

Le migliori soundbar sono oggi qualche cosa di più di semplici sistemi per rendere più potente l'audio del televisore. I principali produttori stanno iniziando a incorporare assistenti vocali tipo Alexa o Google Home per poterci parlare insieme. Alcune soundbar si limitano al Dolby Digital, altre aggiungono il Dts, le migliori si spingono fino al Dolby Atmos.

Le direttrici future sono quelli di progettare prodotti più compatti e lavorare sull’effetto surround. Nel gaming per esempio è importante percepire la direzione del suono. La Sony HT-G700 è una soundbar con subwoofer connesso senza fili con suono verticale. Cosa vuole dire? Che combinando i tre altoparlanti con una tecnologia chiamata Vertical sound engine è in grado di trasformare l’ audio stereo in audio surround fino a 7.1.2 espandendo il suono anche in verticale rispetto alla posizione dell'ascoltatore.

L’obiettivo naturalmente non è l’alta qualità nella musica ma la trasformazione del salotto in una sala cinema o postazione per gamer. Questi dispositivi nati per migliorare l'audio del televisore oggi si candidano a essere il cuore del sistema audio. Diciamo che se la cosa più grossa del vostro salotto sono i televisori, le soundbar potrebbero diventare quella più intelligente.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

  • Luca TremoladaGiornalista

    Luogo: Milano via Monte Rosa 91

    Lingue parlate: Inglese, Francese

    Argomenti: Tecnologia, scienza, finanza, startup, dati

    Premi: Premio Gabriele Lanfredini sull’informazione; Premio giornalistico State Street, categoria "Innovation"; DStars 2019, categoria journalism

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti