ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMaterie prime

Le tensioni in Medio Oriente fanno scattare la corsa all’oro, top da aprile 2013

L'oro tocca un massimo a 1.588,65 dollari l'oncia. Ai massimi storici il prezzo del palladio, che sfiora i 2mila dollari l'oncia: per gli esperti il rialzo è dovuto anche a un mercato del metallo prezioso sempre più ristretto

di Flavia Carletti


default onloading pic
(© Tom Grill)

2' di lettura

Oro ai massimi da oltre 6 anni e palladio da record. Il prezzo dell'oro ha chiuso a Londra ai massimi da aprile 2013. Il fixing della seduta di oggi è stato fissato a 1573,1 dollari l'oncia, quando in mattinata il prezzo era salito fino a toccare un massimo 1.588,65 dollari, a un passo dal top da 7 anni. Nell'ultimo giorno del 2019, il prezzo dell'oro era a 1.517,01 dollari l'oncia. A provocare il progresso del "bene rifugio" sono state le tensioni internazionali causate dall'uccisione in Iraq da parte degli Stati Uniti del generale iraniano Qassam Soleimani.

Sui mercati c'è una «fuga verso la sicurezza»
«Il movimento che abbiamo visto negli ultimi giorni è chiaramente legato all’escalation in Medio Oriente», ha commentato Norbert Rucker, head of economics alla banca privata svizzera Julius Baer. «L’attacco ha provocato tensioni che sono andate oltre il mercato del petrolio e sono risultate in una fuga verso la sicurezza, che è esattamente quello che è successo con l’oro», ha aggiunto l’analista. Come ha fatto notare Jeffrey Currie, head of commodities research presso Goldman Sachs, infatti il metallo prezioso ha reagito con dei progressi sia durante la Guerra del Golfo sia dopo gli attacchi dell’11 settembre 2001.

Il rialzo dell'oro può ancora continuare
Secondo Carlo Alberto De Casa, capo analista di ActivTrades, per l’oro «sono ancora probabili ulteriori guadagni visto che i mercati sono in attesa di un rappresaglia iraniana e qualsiasi ulteriore mossa statunitense. Da un punto di vista tecnico, dovremmo notare che il prezzo ha superato il massimo in sei anni e mezzo toccato precedentemente, superando senza problemi il livello di resistenza chiave di 1.550 dollari. Ciò evidenzia l'enorme appetito per l’oro da parte degli investitori ora che stiamo assistendo a un passaggio di liquidità da attività percepite come più rischiose, quali le azioni, a beni rifugio come l'oro».

Per il palladio il rischio è la sostenibilità di questi prezzi
È sui massimi anche il Palladio, l'ultimo fixing a Londra è a 1.977 dollari l'oncia, massimo storico per questa materia prima. È al top anche il future sul palladio scadenza Marzo quotato al Cme, scambiato a a 1.996,6 dollari l'oncia. «Il mercato del palladio continua a ridursi e questo sta spingendo il prezzo al rialzo», ha spiegato l’analista di Ing Warren Patterson, indicando come rischio per questa materia prima «la sostenibilità di questi prezzi».

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...