Soldi in famiglia

Le varie tipologie di contratti in breve


1' di lettura

Contratto 4x4.
Classico modello di affitto della durata minima di quattro anni, con un primo rinnovo automatico per altri quattro. È disciplinato dall'art. 2 della legge n.431/98. Il canone è deciso liberamente dalle parti.

Contratto agevolato.
La caratteristica è la durata fino a tre anni con primo rinnovo automatico per altri due anni.

Contratti brevi.
Oltre ai contratti sotto i 30 giorni, che rientrano nella categoria per finalità turistiche, esistono altri due tipi di locazioni: quella per studenti universitari, da sei mesi a tre anni e quella per esigenze transitorie (da uno a 18 mesi); sono contratti normali che possono risolversi a determinate condizioni. Il legislatore ha legato questi contratti a un canone concordato in sede territoriale che spesso è molto basso.

Finalità turistiche.
Sotto i 30 giorni sono previste semplificazioni sugli adempimenti, perché per il contratto non servono né la registrazione né la forma scritta (rientrano anche le locazioni di case per vacanze e i bed & breakfast). La locazione breve diventa imprenditoriale quando si concedono in locazione più case (le regole variano da Regione a Regione); in quel caso occorre aprire la partita Iva e dotarsi di licenza.

L'affitto delle stanze.
Se l'affitto è oltre i 30 giorni e non ha finalità turistiche, una delle formule contrattuali che si sta diffondendo è quella degli affitti delle stanze (anche perché permette al proprietario di guadagnare di più).

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...