La corsa al Quirinale

Le vite dei 12 presidenti della Repubblica in una serie podcast

In esclusiva su Audible e 24+ la nuova serie podcast prodotta dal Sole 24 Ore e firmata da Alberto Orioli. E sarà anche un libro

Le vite dei 12 presidenti della Repubblica in un podcast

3' di lettura

Dodici Presidenti è un podcast sulla vita dei Presidenti della Repubblica che si sono succeduti in 75 anni di storia repubblicana al Quirinale che potrete ascoltare da oggi in esclusiva su Audible e su 24+.

Sono storie, non storia. Sono racconti di altrettante vite eccezionali trascorse, per un motivo o per un altro, in tempi sempre eccezionali. Perché la giovane Repubblica italiana contiene in sé l'avventura di un Paese che da agricolo diventa potenza manifatturiera e industriale, ormai saldamente al secondo posto in Europa dopo la Germania; l'esperienza di una terra di confine ideologico ai tempi della Guerra fredda e della Cortina di ferro in Europa perché conosce l'epopea del più grande Partito comunista del continente; i drammi di una terra martoriata dalle mafie, mai troppo lontane da una deriva sovversiva dei servizi segreti deviati e da forze esterne sempre interessate a destabilizzare un Paese cruciale nella creazione della nuova identità europea.

Loading...

- I PRESIDENTI: IL LIBRO / LA SERIE VIDEO

L’Italia repubblicana vista dal Colle

Visti dal Colle più alto delle istituzioni italiane questi accadimenti creano un filo continuo negli atteggiamenti tenuti dagli inquilini del Quirinale. L'ascolto di questo podcast diventa così storia di avvicendamenti di Governi, di relazioni internazionali, di rapporti tra istituzioni sempre con lo scrupolo di non fare violenza a quella democrazia, prima germoglio con la Repubblica neonata, poi cresciuta nei diversi decenni, ma per la storia e i suoi tempi pur sempre un'esperienza appena cominciata.

I custodi della Costituzione

Quella dei presidenti è la storia di un potere che non vorrebbe esserlo, ma che assume contorni estensibili a seconda delle circostanze istituzionali indotte dal peso del Parlamento e del Governo. E che esiste, eccome. E pesa.Arbitro, garante, predicatore, suggeritore. Può oscillare tra un “re travicello”, definizione citata da Vittorio Emanuele Orlando nella discussione alla Costituente, e un “capo spirituale della Repubblica”, espressione di frontiera usata nel '47 in un celebre discorso da Meuccio Ruini, presidente della Commissione dei 75. Il Presidente è regista delle crisi o custode della Carta costituzionale, esercita un potere neutro, ma può spingersi fino alla Colonne d'Ercole dell'applicazione presidenzialista della Costituzione.

L’umanità degli inquilini del Quirinale

Ma il Capo dello Stato è, innanzitutto, una persona e porta nel ruolo carattere, inclinazioni, esperienze, credo e cultura. Che sono sue e soltanto sue. E i 12 capitoli di questo libro altro non sono se non il racconto di 12 uomini e del loro sforzo di farsi istituzione. Dal pudore che orientò i primi passi istituzionali di Enrico De Nicola, monarchico fervente, all'ansia interventista di Giovanni Gronchi, tanto presente con una sua politica estera da creare imbarazzo al Governo, fino alla forza tranquilla ma inesorabile con cui Sergio Mattarella ha esercitato il suo mandato in tempi di difficilissima gestione delle crisi parlamentari. Dall'impronta frugale e rigorosa di Luigi Einaudi alle gaffe di Giovanni Leone. Dal pessimismo profondo di Antonio Segni al vitalismo di Sandro Pertini. Dal patriottismo dell'ex condannato a morte Giuseppe Saragat all'idea di patria moderna di Carlo Azeglio Ciampi; dalla laicità dello Stato difesa dal cattolicissimo Oscar Luigi Scalfaro all'idea di Stato liberale ed europeo propugnata dall'ex comunista Giorgio Napolitano.

Ogni presidente, alla fine, deve mettere in gioco tutto se stesso, la sua personalità, che emerge chiara ben oltre ogni cerimoniale e al di là di ogni struttura protettiva di consiglieri e consulenti.E ripercorrere la cronaca di settennato in settennato significa, alla fine, avventurarsi nelle scelte che la coscienza e l'indole dei diversi Capi dello Stato hanno reso possibili. Con un obiettivo comune, pur tra mille diversità: l'interesse del Paese e l'unità della nazione. Retorica? Forse, ma con le cose del Quirinale la retorica c'entra. Perché è il giusto abito di parole con cui si veste in genere l'istituzione. (A.O.)

Ascolta il podcast su Audible

12 Presidenti è un podcast scritto da Alberto Orioli. La supervisione editoriale e musicale è a cura di Andrea Franceschi. La postproduzione audio e il sound design sono a cura di Daniele Cocchi. Il responsabile di produzione è Massimo Brugnone.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti