la ristrutturazione

Led e materiali eco, a Venezia svolta verde per il teatro Goldoni

Riqualificazione energetica per il centro commerciale veneziano La Piazza

di Barbara Ganz

default onloading pic
Il teatro sarà dotato di wi-fi, per attrarre un pubblico internazionale e permettere l'utilizzo di una nuova app, finora sperimentata solo nella lirica, per la traduzione simultanea degli spettacoli in più lingue

Riqualificazione energetica per il centro commerciale veneziano La Piazza


3' di lettura

Lo storico teatro e il centro commerciale: a Venezia le ristrutturazioni sono all’insegna della sostenibilità.

Così, a quarant’anni dalla sua riapertura, il Teatro Goldoni di Venezia verrà rinnovato nel segno dell’accoglienza, della tecnologia e della sostenibilità, grazie a un finanziamento del Comune di Venezia, all’impegno del Teatro Stabile del Veneto e al sostegno di tre storiche aziende veneziane, ma anche delle stesse maestranze. Il restyling sarà realizzato in tempo per la prima della prossima stagione ed è stato presentato dal presidente dello Stabile, Giampiero Beltotto, e dall’assessore comunale al Bilancio.

«L’intervento principale, anche dal punto di vista dei costi, è sicuramente l’ottenimento del Certificato di Prevenzione Incendi – ha spiegato l’assessore – che prevede l’adeguamento dell’impianto elettrico e del sistema di vie di esodo». Un investimento da un milione e 200mila euro per cui i lavori sono già in corso, per cui sono stati spesi finora 583mila euro. A questo si aggiunge il finanziamento di ulteriori 250mila euro che il Comune ha messo per il rinnovo delle 330 poltroncine e della moquette della platea.

Proprio il rinnovo degli interni fa segnare una svolta “green” al teatro, che mira a diventare un modello di sostenibilità. Si passerà dalle lampade alogene ai led (garantendo un risparmio di 150mila kWh e di 63 tonnellate di emissioni di Co2), verranno utilizzati materiali eco-compatibili e si punterà a una gestione complessiva volta alla riduzione dei consumi e dei rifiuti. Inoltre una particolare attenzione verrà rivolta alle persone con ridotta mobilità, per le quali saranno previste sedute particolari. Il vecchio modello “poltrona Goldoni” sarà rinnovato, ma senza stravolgimenti: rimarranno rosse, anche se di un tono più acceso, e, soprattutto, risulteranno più comode e maneggevoli da smontare. Un regalo particolare è stato poi fatto al teatro dai suoi stessi dipendenti: le maestranze hanno infatti sostituito 130 tendine e 5mila pendagli per un totale di 250 ore di manodopera. Un gesto che è stato riconosciuto dal presidente dello Stabile e premiato con una pubblicazione ad hoc sul lavoro svolto. Il Teatro Goldoni verrà infine dotato di wi-fi, per attrarre anche un pubblico internazionale: questo permetterà l’utilizzo di una nuova app, finora sperimentata solo nella lirica, per la traduzione simultanea degli spettacoli in più lingue.

Sempre a Venezia, in terraferma, si lavora al primo progetto di riqualificazione energetica di un centro commerciale finanziato attraverso un’operazione di equity crowdfunding. La Piazza è un centro commerciale nato 25 anni fa: l’intento originario era quello di riqualificare un’area urbana marginale, concentrandovi attività commerciali e artigianali. Oggi nei dintorni sono nate scuole, servizi sanitari, un centro parrocchiale e abitazioni residenziali, il tutto immerso nel verde.

Il Centro consta di 100 attività commerciali; verrà messo a punto un intervento di riqualificazione energetica sull’intero edificio commerciale, che comprenderà illuminazione a Led delle parti comuni, sostituzione di due caldaie con una pompa di calore, installazione di un impianto fotovoltaico e di colonnine per la ricarica delle auto elettriche. L’iniziativa è di Ecomill, prima piattaforma italiana di equity crowdfunding dedicata a progetti nei settori dell’energia, dell’ambiente e del territorio, che ha lanciato la campagna con Retail Efficiency Venezia, RE(Y) Venezia, prodotto di una joint venture tra InfinityHub Spa, incubatore virtuale trentino leader italiano nell’accelerazione di progetti social-green, e la veneziana eAmbiente group, una delle principali società di consulenza e progettazione ambientale d’Italia, fondata e presieduta da Gabriella Chiellino.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti