consiglio federale figc

Lega calcio: Giancarlo Abete commissario ad acta della Serie A

La nomina dell'ex presidente Figc salva dal caos la Lega Serie A, al centro delle polemiche per l'iniziativa contro il razzismo del Trittico di scimmie, che obbliga alle scuse l'ad Luigi De Siervo, e per il commissariamento lampo di Cicala, che ha presentato le dimissioni per un presunto conflitto di interessi


default onloading pic
(ANSA)

1' di lettura

Giancarlo Abete, già presidente per due mandati della Federazione italiana giuoco calcio tra il 2007 e il 2014, è il nuovo commissario ad acta della Lega calcio di Serie A in sostituzione di Mario Cicala, dimessosi nella tarda serata del il 17 dicembre. Abete è stato votato dal consiglio federale della Figc riunito a Roma.

La nomina di Abete salva dal caos la Lega Serie A, al centro delle polemiche per l'iniziativa contro il razzismo del Trittico di scimmie, che obbliga alle scuse l'ad Luigi De Siervo, e per il commissariamento lampo di Cicala. Nominato dopo le dimissioni di Gaetano Miccichè per individuare un profilo idoneo alla carica di presidente entro il 10 marzo 2020, il suo incarico è durato appena due settimane, perché prima ancora di gestire la sua prima assemblea elettiva Cicala è stato costretto alle dimissioni per un presunto conflitto d'interessi riconducibile al ruolo di supplente nel Consiglio di sorveglianza della Lazio di Claudio Lotito, di cui non aveva fatto menzione nel curriculum.

Parlando della vicenda, il presidente della Figc Gravina ha riconosciuto che «è venuto a mancare un presupposto di fiducia», e che «al consiglio federale ci sarà un confronto per ipotizzare nuove scelte sul commissario per la Lega». Poche ore dopo Cicala ha lasciato l'incarico comunicando la sua decisione alla Federcalcio.

Per approfondire:

Serie A-Mediapro, altro rinvio per il canale di Lega: se ne riparla il 16 dicembre

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...