ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùA Radio 24

Lega, Zaia: «Autonomia imprescindibile, centralismo ha fallito». Berlusconi frena: «Valutiamo con prudenza»

Il presidente del Veneto ospite di Maria Latella al “Caffè della domenica” su Radio24: «In Lombardia alle regionali noi corriamo con l'amico Attilio Fontana, vincerà lui, io gli darò anche una mano»

Autonomia, Zaia: "Quella che immaginiamo non è secessione dei ricchi"

2' di lettura

«Per la Lega resta fermo nell’oggetto sociale il progetto dell’autonomia. Se noi fossimo autonomi, se avessimo un paese federalista come è stato pensato dai padri costituenti, avremmo avuto un paese molto più efficiente e molto più responsabile. Se oggi abbiamo un paese a due velocità non è colpa dell’autonomia, ma del centralismo che ha dichiaratamente fallito». Lo ha detto il presidente del Veneto, il leghista Luca Zaia, ospite del Caffè della domenica di Maria Latella su Radio 24.

Sul progetto Silvio Berlusconi frena: «Valutiamo con prudenza la proposta di autonomia differenziata che non deve in alcun modo penalizzare le Regioni del Sud Italia e dovrebbe essere agganciata a una riforma istituzionale in senso presidenzialista», scrive il Cav. in una nota dopo il pranzo di Arcore che ha avuto al centro, tra l'altro, il tema della manovra.

Loading...

«In Lombardia vincerà Fontana, gli darò una mano»

Zaia ha poi dichiarato che «in Lombardia alle regionali noi corriamo con l'amico Attilio Fontana, vincerà lui, io gli darò anche una mano». «Sarà una bella sfida ma Fontana porterà a casa sicuramente il risultato”, ha aggiunto Zaia. Pronta la risposta del governatore della Lombardia: «Ringrazio l'amico Luca Zaia per il rinnovato sostegno in vista delle elezioni del 12 e 13 febbraio 2023. Insieme otterremo quell'autonomia che ci renderà ancor più competitivi in Europa e nel mondo, per continuare a essere il motore economico del nostro Paese», ha detto Fontana su Facebook.

«Giusto dibattito nella Lega, ma no a nuovi gruppi»

«Trovo naturale che nella Lega ci sia un dibattito ma un conto è la discussione, un altro la creazione di nuovi gruppi», ha detto poi Zaia in merito alla nascita del Comitato del Nord. «Ad una creazione di nuovi gruppi direi decisamente no perché va bene discutere ma non va bene dare vita a nuovi soggetti politici e gruppi consiliari», ha aggiunto.

«Il fatto che Massimiliano Fedriga corra con una lista personale non è un problema in più per la Lega di Matteo Salvini» ha poi aggiunto.«Io ho sempre corso con una mia lista da quando ero in Provincia - ha continuato Zaia - ed ho sempre dimostrato che non era mai un tema per il partito. Io ho avuto il 77 per cento dei voti dei veneti e di certo la Lega non era al 77 per cento in Veneto».

«Stop 18App? Eviterei di darli per scontato»

Zaia ha anche parlato di manovra, sottolineando che «bisogna capire se l'App 18 verrà tolta o come verrà rivisitata e quindi eviterei di darlo per scontato». «Direi - ha aggiunto - che però abbiamo bisogno di politiche per i giovani, per il mondo giovanile che siano trasformanti».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti